Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 1290

Ultima tappa italiana per Greta Panettieri al Roma Summer Jazz Fest

(PRIMAPRESS) - ROMA - Greta Panettieri conclude il suo tour italiano venerdì 5 settembre al Roma Summer Jazz Fest nello storico cortile di via Margutta 51. L'artista che sta facendo parlare di sé con il nuovo album “Non Gioco Più” (Italian 60’s in Jazz), un omaggio a Mina e agli anni ’60 italiani, con il quale esprime tutto il suo talento vocale ed il suo eclettismo, ospitando anche la tromba di Fabrizio Bosso. “Non Gioco Più”, disco che da settembre è distribuito in Giappone e il tour internazionale continuerà ad ottobre in Brasile e a novembre negli USA. Sul palco, insieme all'ensemble composto da Alfonso Deidda, Andrea Sammartino, Francesco Puglisi e Armando Sciommeri, presenterà il suo nuovo album “Non Gioco Più” (Italian ’60 in jazz). Questo nuovo lavoro, nonostante il dichiarato omaggio alla grande Mina rileggendo i suoi grandi successi degli anni ’60 (da “Brava” a “Conversazione”, a “Se telefonando”), ha un sound totalmente nuovo e originale, è il “luogo” dove Greta esprime il suo grande talento unendo l’innato virtuosismo della sua voce alla sua raffinata e poliedrica concezione musicale: cresciuta artisticamente a New York, dove ha vissuto dal 2000, ha sempre “viaggiato” dai contesti jazz tradizionali fino ai più sperimentali, passando per il Latin, il Brazilian, il Soul e il Funk.

In poco tempo “Non Gioco Più” ha raccolto numerosi consensi, presentato da Rai Uno nella rubrica di Vincenzo Mollica “Do Re Ciak Gulp” e Greta è stata più volte a Radio Rai Uno, Radio Rai Due e Isoradio, e nelle radio della Capitale dove da tempo la sua musica è particolarmente amata. Disco ha conquistato anche il Giappone, infatti è distribuito da (Albore Jazz), (qui) il video di “Parole Parole”. “Non gioco più” arriva dopo altri due precedenti lavori: “The Edge of Everything” (per la Decca/UMG), “Brazilian Nights Live at ZincBar" (risultato di una collaborazione newyorkese con il leggendario pianista brasiliano Cidinho Teixeira, il bassista Itaiguara Brandao, il batterista Mauricio Zottareli e sassofonista Rodrigo Ursaia). Un ulteriore album “Under Control”, è distribuito world wide su tutte le piattaforme digitali dalla fine del 2013 e sarà in uscita fisica in Italia nell’autunno 2014 come allegato ad una Graphic Novel ispirata proprio all’avventurosa vita di Greta.
Dopo i contratti negli USA con la Universal e la DECCA, sono arrivati per Greta un tour europeo, aprendo i concerti di Joe Jackson, e le collaborazioni con Curtis King, Diane Warren, Poogie Bell, Sandro Albert, Terri Lynn Carrington, Mitch Forman, Robert Irvin III, Paolo Braga, Toninho Horta, Arthur Maia, Darryl Tooks.
Un grande talento, dotato di una vocalità straordinaria e una capacità interpretativa assoluta, che in Italia non è sfuggito a Gegè Telesforo: sceglie Greta come co-autore per molti dei brani del suo ultimo album “Nu Joy” edito da Columbia Records/Sony music e la chiama con lui sul palco per tutto il tour della Nu Joy Band. - (PRIMAPRESS)