Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Al via il 70mo Festival di Sanremo con la conduzione di Amadeus. L’incursione di Fiorello in conferenza stampa

Al via il 70mo Festival di Sanremo con la conduzione di Amadeus. L’incursione di Fiorello in conferenza stampa
(PRIMAPRESS) - SANREMO - Tutto pronto per la 70ma edizione del Festival di Sanremo presentato oggi 3 febbraio nella città dei fiori. Alberto Biancheria, il sindaco di Sanremo ha la stessa emozione che si coglie anche in Amedeus nonostante ostenti una tranquillità che lo porta anche a smussare gli angoli delle inevitabili polemiche che accompagnano ogni edizione. Fa una un’incursione nel salone della conferenza anche Fiorello sottraendo tempo alle domande dei giornalisti. Ma in fondo il festival della canzone fa spettacolo con tutto. La kermesse è lo specchio del nostro Paese e questo vogliamo raccontare tramite le collaterali nella nostra città. Penso al 1958 e a Domenico Modugno, con le parole di ‘Nel blu dipinto di blu’ abbiamo collegato il Casinò con l’Ariston. Questo è l’esempio di questi 70 anni. Grazie a questa canzone Sanremo e la musica italiana sono famose in tutto il mondo. Vorrei anche ricordare che grazie a questo grande lavoro abbiamo promosso la città. Giovedì sera ci saranno i fiori di Sanremo sul palco dell’Ariston. Spero sia una cosa che possa continuare nel futuro.” Stefano Coletta, direttore Rai 1 che è subentrato recentemente a Teresa De Santis. Durante la conferenza stampa ha dichiarato: “Il pubblico deve aspettarsi grande professionalità e allo stesso tempo un racconto della storia del Festival. Prima di andare in pensione sognavo di fare Sanremo, il completamento di una carriera e il coronamento di un sogno. È un Festival che vi stupirà. Sanremo è la storia di tutti noi.” È poi intervenuto il direttore artistico, Amadeus: “Sento la responsabilità di questo 70° Festival di Sanremo. Come ha dichiarato il direttore di Rai Pubblicità Marano, il Festival è come il ‘Super Bowl’ per gli americani. È l’evento più importante per noi italiani.”
“Secondo me – prosegue – questo Sanremo deve essere un intreccio di emozioni che appartengono alla storia, al presente e al futuro della kermesse. Sarà un’edizione caratterizzata dall’imprevedibilità: pensiamo solo a Fiorello, a Benigni, ma anche a Tiziano Ferro. Non vedo l’ora di partire.”
La divisione durante le varie serate del Festival tornerà a essere quella tradizionale. La prima serata si esibiranno 12 ‘big’ e 4 ‘nuove proposte’. Due di quest’ultimi passeranno il turno e potranno continuare il sogno di Sanremo.
Tra i BIG troviamo nella prima serata: Achille Lauro, Anastasio, Bugo e Morgan, Diodato, Elodie, Irene Grandi, Raphael Gualazzi, Marco Masini, Rita Pavone, Riki, Le Vibrazioni e Alberto Urso: le nuove proposte con Eugenio In via di Gioia, Fadi, Leo Gassman e Tecla Insolia.
La seconda serata ricalcherà la prima e saliranno i rimanenti artisti sia nei ‘big’ sia nelle ‘nuove proposte’.
Sabato, la serata più attesa, si esibiranno di nuovo tutti i ‘big’ e si scoprirà il vincitore di Sanremo 2020. - (PRIMAPRESS)