Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

La mobilità elettrica cresce in Europa ma Italia ancora lenta secondo un'indagine di LeasePlan

La mobilità elettrica cresce in Europa ma Italia ancora lenta secondo un'indagine di LeasePlan
(PRIMAPRESS) - ROMA - Cresce in europa la voglia di mobilità elettrica ma l’Italia resta ancora il fanalino di coda secondo l’indice EV Readiness elaborato dalla società olandese attiva nel lungo noleggio, Lease Plan. Se in Norvegia, Paesi Bassi, Svezia e Austria hanno mostrato un aumento di quote dedicate al segmento della mobilità “pulita” restano ancora differenze profonde con gli altri paesi UE e sarà questo uno dei temi trattati al Word Economic Forum di Davos.
Per la prima volta, tutti i paesi presi in esame nell’Indice, hanno mostrato un miglioramento del punteggio rispetto allo scorso anno, il che segnala un avanzamento nella preparazione all’adozione di veicoli elettrici in tutto il continente, benché permangano delle significative differenze nel tasso di miglioramento tra i diversi paesi europei. I progressi nella preparazione all’adozione di veicoli elettrici sono stati principalmente generati da un potenziamento dell’infrastruttura di carica e da una più ampia disponibilità di modelli di veicoli elettrici, che permettono ai consumatori di usufruire di una vera scelta. 
L’Indice EV Readiness 2019 di LeasePlan rappresenta un’analisi completa del livello di preparazione di 22 paesi europei in riferimento alla rivoluzione dei veicoli elettrici. L’Indice si basa su quattro fattori: la maturità del mercato dei veicoli elettrici (che include anche i veicoli ibridi plug-in), la maturità dell’infrastruttura elettrica, gli incentivi governativi e l’esperienza maturata da LeasePlan con i veicoli elettrici in ciascuno dei diversi paesi. Con questo criterio la Finlandia ha recuperato 7 posizioni mentre Germania e Portogallo 4 mostrando la migliore performance.
“I responsabili decisionali devono farsi sentire e agire concretamente sulla tassazione automobilistica e sull’infrastruttura, al fine di rendere i veicoli elettrici un’opzione praticabile per tutti i cittadini europei - ha sottolineato Tex Gunning, Ceo di Lease Plan - Benché il nostro Indice EV Readiness mostri come la guida di auto elettriche stia divenendo un’opzione praticabile in un numero crescente di paesi, vi è ancora molta strada da compiere prima che tutti possano guidare un veicolo elettrico. La transizione all’elettrico è una delle azioni più semplici che tutti possiamo compiere per contribuire a combattere il cambiamento climatico e ogni persona dovrebbe potersi permettere di divenire ecologica!” - (PRIMAPRESS)