Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Aston Martin lavora alla produzione della V12 Speedster. Pochi esemplari per gli appassionati del brand inglese

Aston Martin lavora alla produzione della V12 Speedster. Pochi esemplari per gli appassionati del brand inglese
(PRIMAPRESS) - GAYDON (GRAN BRETAGNA) - L’iconico marchio inglese Aston Martin matterà in produzione un numero limitato di esemplari della nuova V12 Speedster, il cui debutto mondiale è previsto nel corso dell’anno. Il progetto sovrappone il glorioso passato dalla vettura, resa ancora più affascinante dall’inossidabile presenza nei film cult di 007, con l’entusiasmante futuro del marchio britannico.
Nata dalla collaborazione tra il servizio interno di personalizzazione Q by Aston Martin e il team qualificato di designer e ingegneri della casa, la V12 Speedster combina armoniosamente l’autenticità di un’auto sportiva creata mettendo al primo posto il conducente con le applicazioni più avanzate della tecnologia aeronautica e motoristica, per offrire agli appassionati una biposto strepitosa.
Se il new concept dell’auto inglese esplora il dinamismo moderno e tecnologico dell’azienda di Gaydon, il design della nuova AM è un evidente richiamo alla leggendaria DBR1 vincitrice della 24 Ore di Le Mans e della 1000 km del Nürburgring, evocando al contempo la concept car Speedster CC100 prodotta dalla casa automobilistica nel 2013 in occasione del proprio centenario. Le sue caratteristiche all’avanguardia mantengono fede alle soluzioni tecniche di eccellenza e ai materiali di livello adottati da Aston Martin per tutta la gamma sportiva attuale. 
Naturalmente la DBR1 vincitrice a Le Mans, uno dei modelli a cui si ispira la V12 Speedster e che ha consegnato alla casa automobilistica il trionfo più epico nel suo palmarès, non ha bisogno di presentazioni. Una delle sole tre vetture degli anni Cinquanta a dominare nello stesso anno sia il Campionato del mondo sportprototipi sia la 24 Ore di Le Mans, la DBR1 univa prestazioni di eccellenza a una raffinata eleganza di design, passando alla storia di Aston Martin come un marchio distintivo senza tempo. 
Anche la concept car Speedster CC100, con cui Gaydon ha festeggiato nel 2013 il proprio centenario, ha rappresentato una fonte di ispirazione per la nuova V12 Speedster, che nasce da oltre un anno di accurata progettazione e pianificazione a opera di Q by Aston Martin insieme al team di progettazione di Aston Martin.
L’essenza della nuova vettura va ricercata nella variante a elevate prestazioni dell’ormai iconico motore V12 twin turbo da 5,2 litri, in grado di sviluppare una potenza di circa 700 CV e 700 Nm. Il motore è abbinato a un cambio automatico posteriore ZF a 8 marce e garantisce un’ampia gamma di prestazioni, una risposta eccellente e gli effetti sonori emozionanti tipici di una V12. 
Inutile dire che il gruppo propulsore della V12 Speedster mostra grande carattere, mentre il tono del motore e la qualità del suono svolgono un ruolo centrale nel garantire l’innegabile vivacità dell’esperienza di guida. 
Il Presidente di Aston Martin Lagonda e CEO del Gruppo Andy Palmer ha sottolineato così l’importanza del momento: “siamo orgogliosi di poter confermare oggi la produzione della V12 Speedster, che ancora una volta dà prova dell’ambizione e dell’inventiva che caratterizzano il nostro grande marchio britannico omaggiandone il glorioso e inimitabile passato.
Gli 88 automobilisti e collezionisti appassionati che riusciranno ad aggiudicarsi le chiavi di queste vetture avranno a disposizione un nuovo, iconico emblema della storia di Aston Martin.”
Sono aperti gli ordini per gli 88 esemplari della V12 Speedster realizzati a mano dalla casa automobilistica, mentre l’inizio delle consegne è previsto per il primo trimestre del 2021.  - (PRIMAPRESS)