Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

L'ex stratega di Trump dietro lo scandalo Cambridge Analitica: FB perde ancora a Wall Street

  • di RED-ROM
  • in Mondo
L'ex stratega di Trump dietro lo scandalo Cambridge Analitica: FB perde ancora a Wall Street
(PRIMAPRESS) - NEW YORK - Il caso Cambridge Analitica è più di un terremoto che ha sconvolto l’impero digitale di Facebook. Ora, dopo il crollo in Borsa che aveva costretto Mark Zuckeberg a vendere un bel po’ di azioni prima del tonfo a Wall Street, spunta un nome pesante nello scandalo che ha visto il social implicato nel pilotare il voto durante la campagna elettorale di Donald Trump. Il programma per la raccolta di dati sul social network fu avviato dalla Cambridge Analytica sotto la supervisione di Steve Bannon, l'ex stratega di Donald Trump. Lo ha detto al Washington Post Chris Wylie, la 'talpa' che ha rivelato lo scandalo dei dati personali degli utenti dei social utilizzati per scopi politici. Bannon avrebbe voluto testare su milioni di profili facebook l'efficacia dei messaggi lanciati durante la campagna elettorale di Trump. Dal quartier generale di FB si leva una voce di difesa a quanto è accaduto: ”L'intera società è indignata, siamo stati ingannati", fa sapere la società, negando responsabilità dirette e promettendo indagini accurate e soluzioni sempre più efficaci a tutela della privacy. Intanto Londra, Washington, Bruxelles e l'italiana Agcom chiedono a Zuckerberg spiegazioni su quanto accaduto. Il ruolo di Steve Bannon La rivelazione arriva dalla "talpa" di tutta l'inchiesta, intervistato dal Washington Post. Il programma per la raccolta di dati su Facebook fu avviato dalla Cambridge Analytica nientemeno che sotto la supervisione di Steve Bannon, l'ex stratega di Donald Trump. Per Chris Wylie - la gola profonda che ha innescato lo scandalo - Bannon, tre anni prima dell suo incarico alla Casa Bianca, cominciò a lavorare a un ambizioso programma: costruire profili dettagliati di milioni di elettori americani su cui testare l'efficacia di molti di quei messaggi populisti che furono poi alla base della campagna elettorale di Trump. - (PRIMAPRESS)