Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Dieci capi d'imputazione per il narcotrafficante messicano El Chapo

  • di RED-ROM
  • in Ultimora
Dieci capi d'imputazione per il narcotrafficante messicano El Chapo
(PRIMAPRESS) - NEW YORK - La storia di El Chapo (61 anni), il potente boss del narcotraffico messicano che si è lasciato dietro una lunga scia di sangue e di polvere bianca, si interrompe nell’aula della Corte Federale di Brooklyn, nello Stato di New York. Qui i 12 giurati hanno giudicato il narcotrafficante Joaquin Guzman detto il Chapo, colpevole per tutti i dieci capi d'imputazione. Su tutte le incriminazioni spicca quello di aver co-diretto il potente cartello di Sinaloa, responsabile dell'esportazione negli Stati Uniti, tra il 1989 e il 2014, di centinaia di tonnellate di droga. 
La lettura della sentenza lo ha visto impassibile sciogliendosi solo in un sorriso quando al termine della lettura della condanna,ha incrociato lo sguardo con la moglie, la 29enne ex reginetta di bellezza, Emma Coronel Aispuro.
La condanna è arrivata dopo i due anni di detenzione al Metropolitan Correctional Centre nel cuore di Manhattan ma duro come una prigione di Guantanamo. La figura leggendaria dei cartelli messicani ha ispirato film e serie tv. 
Guzman è stato estradato negli Stati Uniti nel gennaio 2017 dopo due spettacolari fughe dalle prigioni messicane. Al suo processo, in cui sono emersi elementi scioccanti della sua vita criminale, non ha testimoniato. - (PRIMAPRESS)