Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

La Federazione italiana amici della bicicletta raddoppia a Roma e affianca la storica sede di Milano

La Federazione italiana amici della bicicletta raddoppia a Roma e affianca la storica sede di Milano
(PRIMAPRESS) - ROMA – Vicina alle sedi della governance ma vicina anche ad una città che deve ritrovare il suo spirito di città vivibile decongestionandosi dal traffico. E’ questo lo spirito che ha mosso la Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB) ad aprire una sede a Roma nel centrale Corso Vittorio Emanuele che si va ad affiancare alla storica sede di Milano.
“È una scelta che conferma la volontà della nostra Federazione di sviluppare in modo significativo il tema della mobilità ciclistica per la quale, mai come oggi, è necessaria la vicinanza al mondo delle istituzioni e della politica nazionale”, dichiara Giulietta Pagliaccio, presidente FIAB.
Negli ultimi anni si è assistito anche nelle regioni del Centro Sud a una crescita di interesse per i temi della sostenibilità e della mobilità attiva. “Registriamo questa vivacità anche attraverso la crescita continua di nuove associazioni FIAB e la nostra presenza a Roma vuole essere un sostegno concreto alle realtà impegnate sui territori per far crescere la cultura della mobilità ciclistica, anche mutuando le esperienze positive già maturate in altre regioni d’Italia”.
“La bicicletta continua Pagliaccio - è l’alleato vincente per affrontare le problematiche tipiche delle città, come mancanza di spazio pubblico, congestione del traffico e inquinamento, che condizionano negativamente la qualità della vita delle persone. Inoltre, l’investimento sulla mobilità ciclistica genera un nuovo modello di sviluppo economico più sostenibile nel rispetto dei territori e delle città e rappresenta un elemento attrattivo per il flussi turistici di qualità”. - (PRIMAPRESS)