Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

All'ombra del cupolone arrivano le star dei legami erotici con Roma Bondage Week

All'ombra del cupolone arrivano le star dei legami erotici con Roma Bondage Week
(PRIMAPRESS) - ROMA - La capitale scopre il suo lato erotico e dark con Roma Bondage Week. Con ospiti da tutto il mondo e la direzione artistica di Red Lily, una delle donne rigger, tra le più esperte nelle varie tecniche di legami, dal 20 al 23 settembre 2018 il Ritual The Club ospita 27 artisti delle corde per 40 ore di workshop, performance, spettacoli, peer rope, eventi culturali e ludici alla scoperta dell'Eros, con consapevolezza e intelligenza. Dopo il riscontro di pubblico e critica dello scorso anno, il primo festival italiano interamente dedicato all’arte del bondage si propone di esplorare e diffondere la cultura e l’estetica del bondage (pratica in cui si immobilizza un partner consenziente per mezzo di legature) nelle sue più varie declinazioni, dalla tradizione giapponese alle sperimentazioni occidentali contemporanee, attraverso approfondimenti, storia e pratica.  Un evento che parte dalle 10 di mattina per protrarsi sino alle 5 di notte, dedicato ad appassionati e cultori, ma anche ai curiosi che volessero avvicinarsi con consapevolezza all'arte tradizionale e contemporanea delle corde, con particolare focus sull'aspetto artistico, teatrale e culturale del bondage giapponese. Un evento unico in cui avvicinarsi senza paura a una pratica che coltiva l'immaginario erotico di molti, attraverso un'inedita esplorazione della cultura e dell’estetica del bondage nelle sue più varie declinazioni. Il termine Bondage identifica la pratica erotica dell'immobilizzazione per mezzo di legature. Il Bondage giapponese, chiamato Shibari o Kinbaku, è la tipologia di Bondage eseguito con le corde e si è sviluppato anche come disciplina artistica e performativa. Lo Shibari trae ispirazione dalle legature con cui anticamente venivano immobilizzati i prigionieri in Giappone. Padre dello Shibari può essere considerato il pittore, fotografo e scrittore Itoh Seiu (1882-1961).  Nel bondage, viene definito rigger colei o colui che lega, mentre con peer rope si intende un momento dedicato alla pratica e allo scambio di esperienze. La Rome Bondage Week è prodotta da Ritual The Club, il primo Modern Fetish Party in Italia nato a Roma nel 1999, rappresentante del Torture Garden di Londra in qualità di Torture Garden Italy. Partendo dall’esperienza dell’Extreme Clubbing, Ritual The Club ha creato la divisione Ritual LAB, dedicata agli aspetti didattici, artistici e socioculturali del Fetish, del BDSM e dell’Erotismo. Ritual LAB promuove iniziative legate alle discipline artistiche e performative relative al mondo della sessualità alternativa e delle sottoculture, in costante dialogo con le istanze dell’arte contemporanea, dal Design alla Body Art. Nutrito il cast artistico di Roma Bondage Week 2018: Alice Kitsune – Rome, Italy, Andrea Ropes – Bologna, Italy, Armony – Paris, France, Balthazar – Paris, France, Chiara Fenice – Bologna, Italy, Clementine – Barcelona, Spain, Coldeyes – Florence, Italy, Dark Shibari – Bucharest, Romania, Edna – Prague, Czech Republic, Gestalta – Berlin, Germany, June - Pisa, Italy, KissmedeadlyDoll – New York, USA, Kitty Rea – Bucharest, Romania, La Quarta Corda – Florence, Italy, Lily Grey – Rome, Italy, Malice – Paris, France, Mildred S. Pierce – New York, USA, Osaka Dan – Melbourne, Australia, Red Lily – Rome, Italy, Sacro Marte – Trento, Italy, Sarca – Viareggio, Italy, Seb Kinbaku – Paris, France, Shibari Kitty - Rome, Italy, Shining Blue - Ferrara, Italy, Ukiyo - Trento, Italy, Usagi Momo - Milan, Italy, Winter - Viareggio, Italy. - (PRIMAPRESS)