Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

L'Ecotassa prevista nella manovra economica riguarderà solo Suv e veicoli inquinanti

  • di RED-ROM
  • in Italia
L'Ecotassa prevista nella manovra economica riguarderà solo Suv e veicoli inquinanti
(PRIMAPRESS) - ROMA - L’Ecotassa? Solo per le vetture di lusso. E’ quanto emerge dai ritocchi fatti alla manovra che dovrà essere spedita a Bruxelles. Il governo sottolinea il “Totale accordo" tra il premier Giuseppe Conte e i vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini sui numeri e i contenuti della proposta che dovrà essere sottoposta al vaglio dell’UE per evitare la procedura d’infrazione.
E’ di eri sera la mini-lista di correttivi scaturita dal vertice a Palazzo Chigi sulla manovra. Le voci su probabili dimissioni di Conte, costretto a dover mediare a Bruxelles come nelle visite ufficiali con i paesi membri, è stata smentita. Dunque il deficit al 2,04% molto distante da quell’iniziale 2,4% che l’esecutivo aveva fissato come limite, resta un punto fermo.
Tra i dossier più delicati la cosiddetta ecotassa, con la netta opposizione della Lega. Accordo dunque trovato nel vertice. Il bonus malus si applicherà soltanto per i suv e le auto extra lusso. Previsti bonus fino a 6mila euro per auto elettriche e ibride. In sostanza l'ecotassa non si applicherà sulle utilitarie, ma solo su auto con emissioni con 20 punti in più rispetto alla norma originaria. Sono state inoltre aumentate le colonnine per la ricarica elettrica. Accordo anche su riduzione tariffe Inail per 600 milioni. Bonus cutura solo per libri. Fondi per le buche di Roma Inoltre, il bonus cultura, a contributo invariato, sarà finanziato solo per acquistare eBook e libri, non per i concerti e i cinema. Fondi per le buche di Roma e metro. Nel vertice di maggioranza è stata trovata anche l'intesa per innalzare la soglia per gli appalti diretti da 40 a 200.000 euro da parte dei sindaci. - (PRIMAPRESS)