Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Il DL Dignità diventa legge con l'approvazione al Senato: 125 i no ed un solo astenuto

  • di RED-ROM
  • in Italia
Il DL Dignità diventa legge con l'approvazione al Senato: 125 i no ed un solo astenuto
(PRIMAPRESS) - ROMA - Il più tormentato e bistrattato decreto legge delle ultime legislature, riceve il via libera definitivo all’Aula del Senato. Con 155 sì, 125 no e 1 astenuto, è diventato legge il decreto “Dignità” con il testo finale che che era stato già modificato dalla Camera. Secondo gli ispiratori della legge è il primo decreto che mette al centro il cittadino, gli imprenditori e i giovani precari, come ha sottolineato il vicepremier Luigi Di Maio che a Palazzo Madama ha stretto la mano al premier Conte nel momento dell'ufficialità del voto.
Le opposizioni in aula hanno fatto sentire la loro protesta additando questa legge come uno strumento peggiorativo per il precariato.
Ma Di Maio ha replicato: ”Chi crede agli 8 mila posti in meno deve credere anche alla stessa stima che l'Inps ci fa di questo decreto dopo la conversione in Aula: cioè 60 mila posti in più in 2 anni". "Noi abbiamo inserito gli incentivi per i giovani sotto i 35 anni per il contratti a tempo indeterminato e la stima è di oltre 60 mila posti in 2 anni. Quindi se la matematica non è un'opinione, 8mila ne perdi all'anno secondo stime che noi non condividiamo, e 30 mila ne guadagni all’anno”. - (PRIMAPRESS)