Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Domato dopo 7 ore l'incendio scoppiato nell'impianto di rifiuti della Salaria a Roma

  • di RED-ROM
  • in Italia
Domato dopo 7 ore l'incendio scoppiato nell'impianto di rifiuti della Salaria a Roma
(PRIMAPRESS) - ROMA - Solo poche ora fa i vigili del fuoco sono riusciti ad avere la meglio sul vasto incendio propagatosi nello stabilimento di trattamento dei rifiuti in via Salaria, alla periferia nord-orientale di Roma. I vigili del fuoco erano arrivati sul luogo intorno alle 4,30 ma la velocità di propagazione delle fiamme ha richiesto l’impegno di 12 diverse squadre.
L’impianto andato a fuoco è una struttura di trattamento meccanico-biologico (Tmb), molto contestato dagli abitanti dei vicini quartieri. L'incendio ha interessato un capannone di 2 mila mq. che ha sprigionato nell’aria un odore acre che ha raggiunto tutte le aree abitate della zona, a partire dalla borgata Fidene. La densa colonna di fumo spinta dal vento, si è spostata anche verso il centro della Capitale ma dissolvendosi rapidamente.
L’impianto è da tempo contestato dai residenti del III Municipio per il cattivo odore che emana.. "L'impianto Tmb è completamente compromesso. Che il fumo sia tossico è evidente perché brucia spazzatura, olio e plastica, ma i vigili del fuoco ci hanno tranquillizzato sul fatto che si sta dirigendo verso zone non abitate. Quindi al momento non siamo allarmati per questo. Per precauzione però l'asilo vicino al Tmb è stato chiuso". Lo ha detto il presidente del Municipio III di Roma Giovanni Caudo. "Per precauzione - ha scritto il presidente del municipio su Facebook - comunque invito la cittadinanza del Municipio a tenere le finestre chiuse con particolare attenzione alle scuole che invitiamo anche a non far uscire i ragazzi in cortile. Invito inoltre le persone che hanno difficoltà respiratorie ad evitare di uscire all'aria aperta nelle zone esterne e prossime all'impianto. C'e' attiva una cabina di regia con vigili del fuoco, se ci sono nuove segnalazioni di allarmi vi avvertiremo per tempo". - (PRIMAPRESS)