Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Decreto "Semplificazioni" pronto a diventare legge il 12 febbraio. Abbattuta la Tassa Bontà

  • di RED-ROM
  • in Italia
Decreto "Semplificazioni" pronto a diventare legge il 12 febbraio. Abbattuta la Tassa Bontà
(PRIMAPRESS) - ROMA - L’approvazione del decreto legge “Semplificazioni” che ora passa alla Camera e che dovrà essere convertito in legge entro il 12 febbraio, ha lasciato sul terreno una scia di polemiche non solo per il continuo ricorso alla fiducia ma anche per l’assenza di un dibattito in aula scatenando, così, la bagarre con le opposizioni. I voti a favore sono stati 142, 74 i contrari, 10 gli astenuti. 
Ma in che cosa consistono le semplificazioni del decreto e su quali materie è intervenuto? TASSA SULLA BONTÀ – Con la Legge di bilancio era stata aumentata l’aliquota Ires per le organizzazioni no-profit, alle quali veniva quindi meno un’importante agevolazione fiscale. Dopo una serie di polemiche – anche Sergio Mattarella aveva fatto riferimento alle tasse sulla bontà nel suo discorso di fine anno – e richieste di modifica, è stato votato l’emendamento (presentato dal Pd) che riporta al 12 per cento l’aliquota che si applica al terzo settore.
TRIVELLE – Con il provvedimento vengono sospese per 18 mesi le trivellazioni in attesa della stesura del Piano sulle aree idonee, dei permessi per la ricerca e la prospezione di idrocarburi.
SCONTI RC AUTO –  Con l’installazione della scatola nera si abbatte la tariffa della Rc auto. Sarà possibile godere di questa agevolazione a decorrere dal 60esimo giorno successivo alla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto. Previste anche alcune semplificazioni per gli automobilisti virtuosi del Sud Italia.
NCC – Le proteste e gli scontri con la polizia degli Ncc, sono riuscite a spuntare la possibilità di operare a livello provinciale senza l’obbligo di ritornare in rimessa. Non saranno però rilasciate nuove autorizzazioni finché non verrà predisposto un archivio informatico nazionale con le registrazioni anche delle licenze dei taxi.
FARMACIE – Ridotto dal 20 al 10 per cento il limite del controllo delle farmacie presenti all’interno della stessa regione. Tale limite si rivolge ai titolari di farmacie private, società di capitali e cooperative a responsabilità limitata.
BIOTESTAMENTO – Esso potrà essere redatte tramite atto pubblico o scrittura privata autenticata “purché questa sia consegnata dal disponente all’ufficio dello stato civile ove fu iscritto o trascritto il proprio atto di nascita, nel quale l’ufficio medesimo la annota”.
ETICHETTA ALIMENTI – Se prima era necessario indicare l’origine di determinate categorie di alimenti – quali latte e derivati, riso, pelati, concentrato di pomodoro, pollo e il grano della pasta – ora tale obbligo viene esteso a tutti gli alimenti.
RICETTA VETERINARI – Nel caso in cui il veterinario fosse impossibilitato a effettuare una prescrizione su ricetta elettronica potrà utilizzare il cartaceo. Tale possibilità è però prevista solo in caso di animali non produttori di alimenti.
WEB TAX – La nota tassa sui servizi digitali che è stata introdotta con la Legge di bilancio non verrà applicata a Borsa Italiana. In questo modo vengono tutelate le imprese e le società che operano sul web.
AGENDA DIGITALE – A partire dal 2020 sarà il presidente del Consiglio dei ministri ad assumere poteri e funzioni del commissario straordinario per l’attuazione dell’Agenda digitale. Il premier, o il ministro delegato, per far ciò si avvarrà di un “contingente di esperti con elevata competenza tecnologica”.BLOCKCHAIN E SMART CONTRACT – Arrivano con il dl semplificazioni le definizioni per “blockchain” e “smart contract”. Per blockchain si intendono quelle “tecnologie e i protocolli informatici che usano un registro condiviso, distribuito, replicabile, accessibile simultaneamente, architetturalmente decentralizzato su basi crittografiche, tali da consentire la registrazione, la convalida, l’aggiornamento e l’archiviazione di dati sia in chiaro che ulteriormente protetti da crittografia verificabili da ciascun partecipante, non alterabili e non modificabili”. Per smart contract, invece, ci si riferisce a “un programma per elaboratore che opera su tecnologie basate su registri distribuiti e la cui esecuzione vincola automaticamente due o più parti sulla base di effetti predefiniti dalle stesse”.
CONCESSIONI ALLE REGIONI – Le concessioni idroelettriche possono ora essere “regionalizzate”. La Lega ha infatti presentato un emendamento che prevede il passaggio in proprietà delle Regioni di quelle opere in stato di regolare funzionamento a seguito della scadenza, rinuncia o decadenza delle concessioni di grandi derivazioni idroelettriche. - (PRIMAPRESS)