Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Paola Ferrari nuova portavoce nazionale dell’osservatorio bullismo e doping

(PRIMAPRESS) - ROMA - aola Ferrari, popolare giornalista sportiva ed amatissimo volto televisivo Rai, è stata nominata nuovo Portavoce Nazionale dell’ “Osservatorio su Bullismo e Doping”, a conferma del suo costante impegno a favore dell’educazione giovanile.
Il Bullismo fra ragazzi, che sia verbale, psicologico e elettronico è un fenomeno in forte crescita in Italia e nel mondo. Il Cyber bullismo, poi si sta diffondendo i maniera esponenziale diventando una vero e proprio problema sociale. È nato a questo proposito l’Osservatorio su Bullismo e Doping (http://www.bullismoedoping.it/), un’Associazione di Promozione Sociale. Secondo una ricerca realizzata da EU NET ADB consortium su un campione di ragazzi tra i 14 e i 17 anni, infatti un giovane europeo su cinque (21,9%) ha sperimentato il fenomeno noto come cyber bullismo, in cui le vittime sono denigrate od oggetto di molestie e diffamazione tramite i social network. A ulteriore conferma di questa tendenza, uno studio condotto su 2.419 adolescenti dall’Osservatorio Open Eyes evidenzia che uno studente italiano su quattro compie o subisce atti di prevaricazione via web: il 26% di ragazzi ne è vittima, mentre il 23,5% si definirebbe cyber bullo.
 
“Gli effetti del bullismo possono essere gravi e permanenti, ho due figli adolescenti quindi sono molto sensibile a questa tematica, alle offese e agli insulti che vengono fatti su internet e su i social network. Ho voluto dunque sostenere con entusiasmo l’iniziativa del segretario generale Luca Massaccesi campione olimpico di Taekwondo – così la conduttrice sportiva Paola Ferrari commenta la sua nomina a nuova Portavoce Nazionale e Ambasciatrice dell’Osservatorio bullismo e doping.
 
L’Osservatorio bullismo e doping nasce da un progetto molto serio, un’associazione che mette insieme sportivi, avvocati, professionisti e rappresentanti della società civile uniti per arginare due diffuse piaghe sociali che coinvolgono soprattutto i giovani. Obiettivo primario dell’Associazione è l’organizzazione di campagne di comunicazione, sensibilizzazione e prevenzione sulle tematiche del Bullismo e del Doping, rivolte a tutte le realtà giovanili, in particolare al mondo della scuola al quale sono indirizzate numerose iniziative in varie città per un impegno concreto che cerca di aiutare i giovani e vuole dare la possibilità ai ragazzi di aver esempi positivi. Prima tappa della campagna di prevenzione 2013 sarà in terra veneta mercoledì 13 marzo a Padova.
 
“Attraverso la nostra Associazione vogliamo dare un contributo ai giovani con l’esempio e l’immagine dei Campioni olimpici, che rappresentano un punto di riferimento e di arrivo importante per molti giovani” - spiega Paola Ferrari che poi aggiunge –  “Stiamo istituendo un numero verde per dare ai giovani vittime di bullismo una presenza costante. Bisogna denunciare i maltrattamenti e non sentirsi soli, l’Osservatorio è presente per aiutare i ragazzi e le famiglie per uscire dal problema con un supporto psicologico e legale”. - (PRIMAPRESS)