Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

La Grand Paris Express rischia di diventare il Petit Boucle per mancanza di fondi

La Grand Paris Express rischia di diventare il Petit Boucle per mancanza di fondi
(PRIMAPRESS) - PARIGI - Tra luci ed ombre,  la Grand Paris Express, si completerà. Il progetto avviato di un unico anello intorno Parigi (200 km.), composto da quattro linee di metropolitana che inglobano quelle già esistenti, aveva come obiettivo la messa in funzione di una prima parte entro le Olimpiadi del 2024 e il completamento dopo ma senza chiarire una vera data di consegna dell’intero circuito.
Un rapporto della Corte dei Conti francese sulla Società del Grand Paris (SGP), società pubblica creata per supervisionare la costruzione ed il finanziamento del progetto, però, aveva evidenziato che serviranno oltre 38,5 miliardi di euro mentre le stime prevedevano 25,5 miliardi di euro. L’allarme lanciato dalla Corte dei Conti è quello dell’ombra di una grande incompiuta nel caso dovessero venir meno i fondi necessari. Dal canto suo il ministero dei trasporti francesi ha evidenziato una serie di ritardi dovuti anche ad una forza lavoro impiegata non sufficiente. Se non interverranno altri fattori per rimettere in linea il progetto, potrebbe accadere anche che l’anello avrà un raggio più corto lasciando fuori così qualche zona della grande area metropolitana. A settembre scorso era stato il prefetto della regione Île-de-France a preconizzare l'eventuale apertura della sola linea 18 entro il 2024 mentre altre linee come la 17, serviranno solo le stazioni legate direttamente alle olimpiadi mentre l'apertura delle altre linee è da destinarsi in data sconosciuta. - (PRIMAPRESS)