Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Mercati Usa avanti con cauto ottimismo. FED: incertezza su riforme fiscali e inflazione

  • di RED-ROM
  • in Economia
Mercati Usa avanti con cauto ottimismo. FED: incertezza su riforme fiscali e inflazione
(PRIMAPRESS) - MILANO - Per la Fed i temi sono inflazione e impatto della riforma tributaria. La pubblicazione dei verbali della riunione del FOMC di dicembre ha riportato il focus sull’inflazione. Il messaggio emerso dalle minute ribadisce l’ottimismo riguardo crescita e mercato del lavoro, come confermato anche dall’employment report di dicembre. Riguardo la valutazione dello scenario, se il mercato del lavoro in piena occupazione garantisce supporto a reddito e consumi, più in generale due appaiono ancora gli elementi di incertezza. Il primo è relativo alle stime dell’impatto della riforma fiscale, con il FOMC che prospetta effetti positivi ma marginali per famiglie e consumi a fronte di previsioni di una spinta “modesta” per investimenti e produzione presso le imprese. Il secondo elemento di incertezza che emerge è quello relativo allo scenario d’inflazione con due schieramenti opposti all’interno del Board: da un lato una maggioranza (di membri) ritiene che i fattori di freno transitori stiano scomparendo, ma dall’altro “alcuni” ritengono che l’inflazione possa mantenersi lontana dal 2% anche quest’anno, per via di aspettative basse unite a fattori strutturali. In tal senso utili a fare maggiore chiarezza sul tema saranno i dati di venerdì sul CPI di dicembre che dovrebbe confermare una crescita stabile per le voci core, al netto di alimentari ed energia a 1,7% a/a in dicembre. Per l’indice headline è invece attesa una modesta correzione da 2,2% a 2,1% a/a. Le variazioni dei prezzi al consumo su base mensile dovrebbero a loro volta lasciare spazio a una decisa moderazione della crescita per i prezzi più in generale (da 0,4% a 0,1% m/m) per effetto delle benzine, mentre è vista in ripresa la dinamica core, da 0,1% a 0,2% m/m. - (PRIMAPRESS)