Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Presentato il bando "Cammini e Percorsi" del Demanio. In affitto masserie e castelli lungo gli itinerari outdoor

  • di RED-ROM
  • in Economia
Presentato il bando "Cammini e Percorsi" del Demanio. In affitto masserie e castelli lungo gli itinerari outdoor
(PRIMAPRESS) - ROMA - Presentato oggi presso la libreria del Touring Club Italiano a Roma, il secondo bando del progetto Cammini e Percorsi nato dalla collaborazione tra l’Agenzia del Demanio, il Ministero delle Infrastrutture, il Ministero del Turismo e del Ministero Economia e Finanza. Sono 48 immobili pubblici che potranno essere presi in concessione con un affitto fino a 50 anni. Queste strutture sono distribuite su percorsi ciclopedonali e su tracciati storico- religiosi. A presentare l’iniziativa quest’oggi sono stati, il direttore del Demanio, Roberto Raggi, il Sottosegretario del Mef, Pier Paolo Baretta, i Ministri, Graziano del Rio e Dario Franceschini. Dopo il saluto di Franco Iseppi, presidente del TCI, Raggi ha precisato che si trattati strutture oggi in stato di abbandono e l’obiettivo del bando è quello di rigenerare e riutilizzare gli immobili con la vocazione di strutture di accoglienza per il turismo slow generato sui percorsi trekking ed in bicicletta che attraversano molti borghi di pregio ma poco conosciuti. “Questo governo - ha precisato il sottosegretario Baretta - è passato dall’alienazione del nostro patrimonio per far cassa all’efficacia del concetto di valorizzazione. Richiederà investimenti iniziali ma poi ci saranno vantaggi economici”. Il Ministro Del Rio ha invece e sottolineato il nuovo ruolo dell’Agenzia del Demanio: “E’ un’azione amica capace di aver attivato una collaborazione tra le diverse strutture della pubblica amministrazione. Il sistema dei cammini può diventare un unicum per il Paese”. 
Per Franceschini la crescita del turismo slow sta generando grandi numeri che bisognerà gestire con efficienza. Il 2018 sarà l’anno del Cibo italiano che sarà strategico per i borghi e le aree meno toccate dai flussi turistici pur disponendo di autentiche bellezze monumentali ed architettoniche.
Tra i 48 immobili spiccano il Molino della Certosa di Pavia, il Castello di Blera nel Lazio, Casa di Guardia a Bologna e il Comando della Stazione Forestale di Atella a Potenza.  Sarà possibile scaricare i bandi sino al prossimo 16 aprile. - (PRIMAPRESS)