Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Presentato il "Joint Traning Center" dell'Università di Tor Vergata realizzato con il sostegno di ZTE

Xiong Hui, Executive Vice President di ZTE
Xiong Hui, Executive Vice President di ZTE
(PRIMAPRESS) - ROMA - Si è tenuta ieri a Villa Mondragone – centro congressi e di rappresentanza dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” di Monte Porzio Catone (RM) – la cerimonia di presentazione del “Joint Training Center” (JTC), il nuovo polo di alta formazione dell’Ateneo realizzato con il sostegno di ZTE, uno dei maggiori provider di prodotti e servizi per le telecomunicazioni a livello globale.

L’inaugurazione fa seguito a un accordo concluso lo scorso 28 luglio tra ZTE Italia e l’Università, finalizzato alla realizzazione di un centro di formazione nell’ICT (Information and Communication Technologies) e altri settori affini alle attività del Gruppo cinese.

Presenti alla cerimonia Xiong Hui, Executive Vice President di ZTE, Hu Kun, Presidente per l’Europa Occidentale e Amministratore Delegato per l’Italia. Per “Tor Vergata”, il Pro Rettore con Delega all’Offerta Formativa Giovanni Barillari e Francesco Vatalaro, Docente di Telecomunicazioni. Tra i relatori, Alberto Bradanini, già Ambasciatore italiano in Cina e Presidente del CSCC – Centro Studi sulla Cina Contemporanea.

“La partnership tra ZTE e l’Università di Roma Tor Vergata è strategica per il rafforzamento del nostro Gruppo in Italia, con l’obiettivo di rendere il Paese il nostro hub a livello europeo” ha dichiarato Hu Kun “La formazione manageriale è uno dei valori cardine per ZTE. Sono certo che la collaborazione con un ateneo così prestigioso ci permetterà di offrire programmi di respiro internazionale capaci di attirare talenti da tutto il mondo”.

“Il nostro Ateneo è orgoglioso di questa collaborazione – ha dichiarato il Pro Rettore di “Tor Vergata” Giovanni Barillari – che promette di fornire nuove possibilità a nostri studenti. L’opportunità per “Tor Vergata” di entrare a far parte di ZTE University, circuito del quale saremo la prima università italiana, conferma la nostra vocazione all’innovazione, all’interdisciplinarietà e all’internazionalizzazione”.

Uno degli obiettivi principali del polo di eccellenza sarà lo sviluppo e la promozione della formazione manageriale, grazie alla collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria dell’Impresa “Mario Lucertini” dell’Ateneo romano.

L’accordo prevede l’attivazione di corsi e attività di formazione sulle ICT, la gestione di impresa e nel campo delle comunicazioni mobili e delle reti di telecomunicazione fisse e ibride di futura generazione (NGA); l’organizzazione di eventi, seminari, workshop di settore; la partecipazione congiunta a progetti di formazione, sia nazionali che internazionali. “Tor Vergata” mette inoltre a disposizione parte della sede di Villa Mondragone, dove l’azienda realizzerà un laboratorio dotato di strumenti innovativi per le telecomunicazioni fisse e mobili.

Grazie all’accordo, il polo entra a far parte di ZTE University, un circuito mondiale composto da altri 15 centri in tutto il mondo, nato per fornire servizi di alta formazione per i clienti, per i dipendenti e per le società partner. Ad oggi, le attività della ZTE University interessano quasi 500mila persone e più di 400 aziende in tutto il mondo.

ZTE Corporation. Fondata nel 1985 e quotata alle Borse di Shenzhen e Hong Kong, Zte Corporation è uno dei più grandi fornitori di prodotti e servizi per le telecomunicazioni a livello globale. Nelle sue sedi in più di 160 paesi, impiega circa 85.000 persone. Gli utili conseguiti nel 2015 si sono attestati intorno a 13,6 miliardi di euro. In Italia ha raggiunto nel 2017 circa 500 dipendenti in 21 uffici, dislocati in 14 città.

 

Università degli Studi di “Tor Vergata”. Con gli attuali 18 Dipartimenti, 6 biblioteche d’area, 350 aule per la didattica, 29 laboratori informatici, il centro congressi di Villa Mondragone, “Tor Vergata” offre 107 corsi di laurea (triennale, magistrale e a ciclo unico), circa 160 percorsi post-laurea (corsi di perfezionamento, master di primo e secondo livello, anche online), 50 scuole di specializzazione e 31 corsi di dottorato. L’Ateneo spicca nella classifica internazionale U-Multirank, piazzandosi tra le prime 50 Università per la qualità dell’insegnamento dei suoi docenti e dell’apprendimento degli studenti. È tra le prime 100 nel mondo nella classifica 2017 redatta dal THE (Times Higher Education). A un anno dal conseguimento del titolo risulta occupato il 41% dei laureati triennali (contro la media nazionale del 38%).

Villa Mondragone. Antica villa tuscolana risalente al XVI secolo. Ebbe il suo massimo splendore durante l'epoca della famiglia Borghese, con il cardinale Scipione Borghese e il Papa Paolo V. Papa Gregorio XIII ne fece sua residenza abituale. Qui nel 1582 promulgò la bolla papale Inter gravissimas, che diede avvio alla riforma del calendario oggi in uso, il Calendario Gregoriano. Il suo nome deriva dallo stemma araldico proprio di Clemente VIII (un drago). Villa Mondragone ha ricevuto il titolo di House of Life, conferito dalla Fondazione Internazionale Raoul Wallenberg, in memoria del salvataggio di alcuni ebrei durante la persecuzione nazista. È sede ogni anno della “World Conference of University Rectors”, conferenza mondiale - (PRIMAPRESS)