Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Domani in aula il disegno di legge di riforma dei parchi naturali. Il M5S annuncia battaglia

  • di RED-ROM
  • in Ambiente
Domani in aula il disegno di legge di riforma dei parchi naturali. Il M5S annuncia battaglia
(PRIMAPRESS) - ROMA - La legge di riforma dei parchi e delle aree naturali che domani arriva alla discussione della Camera vedrà la ferma opposizione del M5S che oggi ha organizzato una conferenza stampa insieme a rappresentanti del Gruppo dei 30 e delle associazioni ambientaliste Wwf e Italia Nostra. “Fermate questa legge scellerata che rende i parchi una risorsa da sfruttare e non un bene da tutelare” a lanciare il monito è stata la capogruppo M5S in Commissione Ambiente alla Camera Federica Daga.
I punti maggiormente critici secondo il movimento pentastellato, riguarda la Governance degli enti che vede la nomina del presidente senza che questi abbia nessuna competenza specifica e riconosciuta in materia ambientale e culturale ma il peggio riguarda la figura del direttore le cui competenze tecniche sono fondamentali fondamentali nella gestione dei parchi ma di fatto con le modifiche alla legge non viene richiesta nessuna competenza e nessun requisito professionale in materia sia amministrativa che di conoscenza dei temi di conservazione naturalistica (biodiversità, ambiente, paesaggio).
Molte le associazioni ambientaliste e il Gruppo dei 30 che hanno sottoscritto un appello al governo per fermare questa legge: “Non accadeva da anni che fossimo tutti uniti, neanche lo Sblocca Italia ci riuscì a compattarci tutti - afferma Dante Caserta per il Wwf - Adesso dobbiamo assolutamente fermare questa legge” - (PRIMAPRESS)