Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Como: la rivolta dei lucchetti per il lungolago off-limits da lavori "fuoricorso" dal 2009.

  • di RED-ROM
  • in Cronaca
Como: la rivolta dei lucchetti per il lungolago off-limits da lavori "fuoricorso" dal 2009.
(PRIMAPRESS) - COMO – Per riavere la riapertura del lungolago di Como, bloccato dal 2009 da un cantiere di lavori sono scesi in piazza, accanto ai cittadini personaggi legati al territorio come Javier Zanetti, Gianluca Zambrotta, Andrea Vitali, Davide Van De Sfroos, Carlo Recalcati e Loris Capirossi. Sono solo alcuni dei volti noti che hanno aderito all’iniziativa #rivogliamoilnostrolago promossa dal quotidiano La Provincia per ricordare ai politici la promessa di restituire, questa estate, la passeggiata del lungolago di Como a residenti e turisti.
È dal 2009, infatti, che Como è privata del suo lungolago per via di un cantiere dai trascorsi travagliati: l’ultimo capitolo è del marzo 2017 con l’apertura di un nuovo bando e la previsione che il cantiere possa ripartire nel 2018. Così, dopo le 60.208 cartoline raffiguranti il lago «ingabbiato», firmate da comaschi e turisti e consegnate lo scorso anno alla Presidenza del Consiglio, il quotidiano La Provincia ha organizzato una nuova mobilitazione mettendo a disposizione dei cittadini ben 100mila lucchetti in plastica contrassegnati dal simbolo della campagna “Rivogliamo il nostro lago” da appendere simbolicamente sulle grate del cantiere. Un’iniziativa che ha riscosso grandissimo successo: nel solo weekend sono stati distribuiti più di 40mila lucchetti e i restanti sono disponibili nella redazione del quotidiano. 

Una campagna che è, al tempo stesso, un inno alla bellezza e un atto di denuncia affinché il lungolago possa tornare finalmente ai suoi antichi e ormai dimenticati splendori. E a essere stati in prima linea a sostenere questo appello civico che ha coinvolto migliaia di comaschi e non, tanti volti noti, come: Javier Zanetti, ex calciatore e oggi vicepresidente dell’Inter che vive sul Lario da vent’anni, Gianluca Zambrotta, ex calciatore, campione del mondo e comasco doc che già nel 2011 aveva finanziato un allestimento per consentire la riapertura provvisoria di un tratto di passeggiata, Andrea Vitali, scrittore di rilievo nazionale, originario di Bellano, sulla sponda orientale del lago di Como. E ancora: Davide Van De Sfroos, cantautore comasco, che al lago di Como ha dedicato tante canzoni, Carlo Recalcati, già allenatore della Nazionale di basket, oggi alla guida della Pallacanestro Cantù e Loris Capirossi, ex pilota di moto e campione del mondo.
Tutti testimonial molto amati dal pubblico che ci hanno “messo la faccia” attaccando i lucchetti colorati lungo le paratie e scattando il selfie #rivogliamoilnostrolago: una foto con il lucchetto in mano spedita via email, sui canali Facebook e Twitter del quotidiano La Provincia con l’hashtag #rivogliamoilnostrolago. Iniziativa che è piaciuta a tantissime persone: sono infatti già numerose le fotografie che sono arrivate al quotidiano e che continueranno a essere pubblicate sul giornale insieme a quelle scattate a negozianti, baristi e turisti, ritratti sul lungolago con il lucchetto. Con un unico obiettivo: ridare presto a comaschi e turisti il lungolago perduto. - (PRIMAPRESS)