Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Un secolo di storie di donne nella Torino del '900 raccontato da Marcella Filippa

Un secolo di storie di donne nella Torino del '900 raccontato da Marcella Filippa
(PRIMAPRESS) - TORINO - Marcella Filippa, studiosa, autrice e Direttrice della Fondazione Vera Nocentini presenta, il prossimo 24 marzo, allo Spazio Lux presso Fiorfood, il suo ultimo libro “Donne a Torino nel Novecento – Un secolo di storie”, per i tipi Del Capricorno.
C’è una storia di Torino che raramente viene narrata: è la storia delle donne che hanno costruito il tessuto della nostra città, con i loro volti, i loro nomi e le loro battaglie. 
Uscito insieme al quotidiano La Stampa l’otto marzo scorso in occasione della Giornata Internazionale della Donna e ora in libreria,il libro percorre, nell’arco di un secolo, le strade di una Torino diversa: quella vista attraverso gli occhi femminili che ne hanno calcato le vie.
Dalle suffragette dei primi anni del secolo alle sartine, dalle sigaraie della Manifattura Tabacchi alle operaie nelle fabbriche in guerra, dalle donne partigiane ai movimenti degli anni ‘60 e ‘70, Marcella Filippa racconta la Storia attraverso le piccole, grandi storie delle donne torinesi, lavoratrici, madri, scienziate o artiste che siano.
L’incontro, un dialogo tra l’Autrice e Marzia Camarda, fondatrice di Verba Volant, sarà inframmezzato dalle letture di Serena Bavo dell’Associazione Téchné Teatro, che darà voce ad alcune delle tante donne, protagoniste sconosciute della vita e della storia della nostra città: dalla staffetta partigiana alle donne che hanno animato la rivolta del pane del 1917 - di cui quest’anno ricorre il centenario -, alla fondatrice di un mondo di sogni e di bambole, alla poesia composta da una badante straniera, simbolo della donna che cura in silenzio, cui l’autrice dedicherà questa magnifica serata. - (PRIMAPRESS)