Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Il Mondo nelle mani, lo spirito del viaggio nel libro di Anna Maspero

  • di RED-ROM
  • in Cultura
Il Mondo nelle mani, lo spirito del viaggio nel libro di Anna Maspero
(PRIMAPRESS) - ROMA - Il Mondo nelle mani, il libro di Anna Maspero edito da Polaris, è un testo che fa sintesi tra un saggio, un libro di esperienze di viaggio ed una guida con il risultato di non essere riconducibile a nessuno dei generi dell'editoria del travel e irrompe, invece, in quel mondo che intreccia esperienze e moti dell'anima, racconti e spigolature, pensieri e considerazioni raccolte non in un viaggio ma in tanti viaggi e in latitudini diverse. Come sostiene Marco Aime nella sua prefazione al libro "Non è un manuale da seguire ma la voce di un amica con cui dialogare, discutere prima, dopo e durante il viaggio". Un libro, dunque, che parla di viaggio, che però non racconta di imprese ormai già fatte o già viste, che non dispensa consigli per risolvere situazioni critiche e che non ha neppure la pretesa di essere un saggio di filosofia. Una scrittura che confonde i generi, mescolando saggistica e narrativa, mondo interiore ed esteriore, viaggi e letture, pensieri dell’autrice e storie raccolte in giro per il mondo. La trama è il fluire del viaggio, divagando alla ricerca di senso fra i mille spunti che esso sa offrire a chi è in ascolto. L’autrice disegna mappe fisiche e mentali, muovendosi fra città e deserti come fra le pagine dei libri e nella rete, lungo un cammino dove le tappe non sono luoghi, ma password per aprire finestre di pensiero, parole chiave per riflettere sul dove, sul come e soprattutto sul perché del nostro andare. Anna Maspero non è una viaggiatrice mentale, è una donna che ha calpestato molte terre di questo pianeta, non per piantare bandierine sul planisfero, ma per costringersi ogni volta a rimettersi in gioco.   - (PRIMAPRESS)