Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

I ristoranti di San Vito lo Capo: "Bianconiglio"

  • di Paolo Picone
  • in Gusto
I ristoranti di San Vito lo Capo: "Bianconiglio"
(PRIMAPRESS) - Paolo Picone da SAN VITO LO CAPO, Trapani - Dire che in una località di mare dove il pesce è freschissimo, non si possa mangiare anche buona carne, è una falsità con la "F" maiuscola. E ne dà riprova il ristorante "Bianconiglio" appena fuori dalla centrale via Savoia di San Vito Lo Capo. Qui, già dall'antipasto ti immergi in un vera e propria favola come vuole già il nome del ristorante. Il locale è piccolo ma ben arredato. E' davvero piacevole sedersi prima sui divani per l'aperitivo poi in uno dei pochissimi tavoli a disposizione (per cui è d'obbligo prenotare). Cordiale il personale ed anche ben preparato. Un tocco di classe è senz'altro dato dal benvenuto dello chef, che cambia di sera in sera, accompagnato da qualche bollicina che non guasta. Noi abbiamo provato le panelle con il lardo di colonnata: una squisitezza. Gli antipasti sono i più svariati e vanno dai salumi ai formaggi. E' davvero "una favola" il tagliere che trabocca di salumi e formaggi, accompagnato da pane fatto in diversi modi, da quello con i semi di sesamo, al panino con le olive. Salumi e formaggi selezionatissi ed accompagnati da mostarde o altre salse a piacimento. E la cena potrebbe anche terminare qui. Saremmo già così molto soddisfatti. Ma che dire delle carni, sia alla griglia  (il controfiletto) che le tagliate ( la tagliata in crosta aromatica). Per chi ama il "maialino" si consiglia l'ottima grigliata mista. Il tutto con contorni di patate e caponata. Ovviamente chi ama il coniglio non può esimersi dal provare il medaglione bianconiglio con ripieno "segreto" dello chef (nella foto).  E se siete golosi, per terminare questa splendida cena fatevi "raccontare" da Daniele quali sono i dolci disponibili: uno su tutti la torta sette veli, ma anche il mix di cannoli e cassate. Che dire uno dei migliori ristoranti ed anche più tranquilli di questa splendida località. Prezzi più o meno nella media. Unico neo: se volete la fattura e non lo scontrino , non aspettate a dirlo al cameriere, perchè vi arriva in automatico lo scontrino e non il preconto come giustamente dovrebbe essere fatto. Un peccatuccio che a palato soddisfatto può anche essere perdonato. - (PRIMAPRESS)