Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Ieri, oggi e domani: tra il mito del cinema e quello della buona cucina

(PRIMAPRESS) - NAPOLI - Ricordando i luoghi e le gesta culinarie, anni '80 e '90 della mitica signora Elvira e del ristorante "La Fila", il ritrovo eno-gastronomico “Ieri oggi, domani”, di Pasquale Casillo e famiglia, continua tra cucina e pizzeria, a tenere banco in città tra gli amanti dei piatti della tradizione partenopea. Grazie all'opera dello chef Antonio Castellano e grazie alla maestria del pizzaiolo Marco Bustelli, il ristorante-pizzeria passionalmente e attentamente guidato dal patron Pasquale, giorno dopo giorno accende i cuori di quanti dalla buona cucina riescono ancora a trarre un momento di giovamento per il palato e lo spirito. Imperniato sulle eccellenze campane e sulla straordinarietà del cerchio di farina al forno più famoso del mondo, “Ieri, oggi, domani”, progetto partito nel 2016 con l'autorevole intervento di Maurizio Cortese della "Cortese Way", sia pure strizzando l'occhio all'innovazione, per gli amici e per la sua clientela, riesce ad offrire sempre il meglio. Punto di riferimento in via Nazionale,6 a pochi passi dal Corso Meridionale, il locale che per il suo nome si ispira all'omonimo e celebre film, Premio Oscar 1965, con due grandi artisti come Sofia Loren e Marcello Mastroianni ed un regista leggendario come Vittorio De Sica, intende rappresentare per la città uno di quei tipici e rinomati luoghi di aggregazione dopo spettacolo, per attori, artisti e cantanti. Frequentato da personaggi del cinema, del teatro, della televisione e della cultura, “Ieri, oggi, domani” si presenta come un polo d'attrazione per chi intende fare della buona tavola un motivo di piacere e di relax. Arredato con raffinatezza puntando sui temi del grande cinema italiano anni Sessanta, su i suoi personaggi e sui ricordi legati ai grandi studi della Titanus e di Cinecittà, il ristorante pronto a conquistare il titolo di luogo cult si avvia deciso verso una crescita fatta di qualità e accoglienza. «Ricco di piatti ispirati alla cucina tradizionale napoletana - come afferma lo chef Castellano presente nel locale sin dai tempi di Elvira- “Ieri, oggi, domani”, tra ragù, genovese, pasta e patate con provola e tante altre bontà, porta il valore dell'esperienza nel cuore. Le sue specialità strette a doppio filo alla tradizione affrontano il passare del tempo con qualche spunto di modernità ma senza mai essere soggette a stravolgimenti e cambiamento di metodi». E a ribadire il rispetto delle antiche regole è anche il maestro pizzaiolo di casa che tra le tradizionali e le speciali, sforna ogni giorno una grande quantità di pizze ad altissimi livelli. «Con un impasto leggero e ben idratato, frutto di una lunga lievitazione e maturazione - sostiene il maestro pizzaiolo Bustelli- a prendere corpo sono delle pizze realizzate nel pieno rispetto delle secolari regole degli storici pizzaioli napoletani». Immersi nel mondo del grande cinema italiano e affascinati da tante bontà, tra cui una buona selezione di vini e birre, da “Ieri. oggi, domani” tutto è possibile, come rivivere le gesta dei più grandi attori e gustare dei piatti capaci di oltrepassare il tempo restando sempre ai vertici delle classifiche per bontà, gusto e usanze popolari. - (PRIMAPRESS)