Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Tavernetta Colauri, in carta la carne dei bovini di razza piemontese

La battuta al coltello di carne di razza piemontese
La battuta al coltello di carne di razza piemontese
(PRIMAPRESS) - NAPOLI - Scriviamolo subito. Da quelle parti, ovvero nelle strade strette che dall’Ospedale Monaldi ti conducono alla popolosa zona di Chiaiano, non puoi capitarci per caso. Devi conoscere il territorio, evitando il rischio di perderti magicamente in uno degli ultimi polmoni verdi dell’area metropolitana. Oppure devi essere raggiunto dal classico passa-parola di chi ama la buona tavola e un ottimo bicchiere. Così, in un insospettabile anfratto dei Camaldoli, nel borgo di Santa Croce, in via Comunale Margherita 245, seminascosto in un cortile d’altri tempi, ti può capitare di scoprire la Tavernetta Colauri. Il locale, aperto nel 2007 su iniziativa di Rosario Morra e Salvatore Esposito, prende il nome dalla famiglia nobile dei Colauri che, alla fine del 1200, per evitare la tassazione imposta dal governo Angioino si trasferì fuori dalle mura cittadine stabilendosi in quest’area chiamata “Rione dei Calori di sopra e di sotto”. Atmosfera rustica con travi a vista e attrezzi agricoli fissati alle pareti. Di sotto, una fantastica cantina dedicata anche alle degustazioni. In questo straordinario contesto, sono state presentate alla stampa le novità della stagione, con l’ingresso in carta della carne dei bovini di razza piemontese, allevati da Dario Perucca. Niente soia né insilati, allevamento etico e benessere degli animali: queste le regole base dell’’azienda agricola del cuneese Cerutti Laura Maria, diretta da Perucca, quarta generazione di allevatori, che conta attualmente 250 capi. Il risultato è una carne estremamente tenera e con pochi grassi, una buona parte dei quali sono Omega 3, che dàil meglio di sé battuta al coltello o poco cotta. La new entry, che va a impreziosire la già ricca proposta di carni pregiate della Tavernetta Colauri,è perfettamente in linea con la filosofia di attenta ricerca di prodotti e materie prime da sempre seguita da Morra ed Esposito che propongono anche una variegata “Carta degli olii extravergini di oliva”, nonché delle interessanti selezioni di formaggi e salumi. - (PRIMAPRESS)