Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

I Ragazzi dell’Ètoile, il nuovo format di alta cucina creato dall’archistar della pasticceria Rossano Boscolo

  • di RED-ROM
  • in Gusto
I Ragazzi dell’Ètoile, il nuovo format di alta cucina creato dall’archistar della pasticceria Rossano Boscolo
(PRIMAPRESS) - ROMA - Con una delle proposte più innovative del panorama del food, apre a Roma “I Ragazzi dell’Étoile”, il ristorante dello chef chioggiotto Rossano Boscolo, nato all’ombra dell’hotellerie di lusso del brand di famiglia, ha sviluppato una “gabbia del gusto”, al cui interno si alterneranno ai fornelli le giovani promesse della cucina Italiana.
Pasticcere di fama internazionale, chef, e collezionista di antichi e preziosi libri di ricette, Rossano Boscolo è anche il fondatore del Campus Étoile Accademy, considerata la madre di tutte le scuole (nata nel 1985) che nel corso degli anni ha sfornato più di uno chef pluri-stellato.
In 35 anni di attività il Campus Étoile Accademy - che Boscolo definisce “la Bocconi della Pasticceria” - ha sfornato più di 20.000 cuochi e pasticceri e non ha avuto mai uno studente che non abbia trovato lavoro entro un anno. 
I Ragazzi dell’Étoile nasce con lo scopo di dare la possibilità ai ragazzi del campus di esibirsi in un continuo feedback con il pubblico. Qualità professionale e soddisfazione dei clienti sono tra i punti principali del progetto.
Il ristorante aprirà i battenti dopo le feste natalizie, ma per i più curiosi è già possibile assaggiare la gastronomia e la rinomata pasticceria targata Boscolo al Bar dei Ragazzi dell’Étoile in Via Velletri 4.
Per mettere a punto il ristorante caratterizzato da un format a metà tra lo show cooking e un contest di alta cucina, Boscolo ha, infatti, aperto in anteprima i suoi locali per una serata gourmet di beneficenza. - (PRIMAPRESS)