Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Partono i #Neetandiamoavincere di Bosch per la formazione al lavoro dei giovani

Partono i #Neetandiamoavincere di Bosch per la formazione al lavoro dei giovani
(PRIMAPRESS) - MILANO – Il progetto sperimentale #NEETandiamoavincere, promosso da Bosch in collaborazione con lo studio legale specializzato in diritto del lavoro LabLaw studio Legale Failla Rotondi & Partners e Randstad, è ai nastri di partenza. Si tratta, come spiegano gli organizzatori, di un progetto nato per la formazione professionale di giovani ma soprattutto volto a coltivare un approccio stimolante verso il lavoro. Gli incontri vedono la partecipazione delle aziende partner del progetto, dei mentor aziendali, di enti e istituzioni locali e di alcuni giovani NEET pronti a raccontare la loro esperienza. Dopo gli incontri svolti a Bologna e Pescara, il progetto sarà raccontato il 26 novembre, alle 16.30, presso il Centro Sportivo DLF Palagym (via Roggerone, 8) a Genova. Nelle settimane successive, seguiranno gli appuntamenti a Padova, Napoli e Milano.
L’obiettivo del progetto #NEETandiamoavincere, avviato lo scorso giugno, è quello di aiutare i NEET (Not Engaged in Education, Employment or Training), ragazzi che non si formano e non lavorano, ad inserirsi nel mondo del lavoro, coinvolgendoli in una serie di attività mirate a orientarli al futuro professionale. I protagonisti sono 9 ragazzi provenienti da tutta Italia, di età compresa tra i 20 e i 29 anni (disoccupati da almeno 12 mesi e residenti in Italia). Nel corso dei 6 mesi di stage formativo, i giovani selezionati hanno avuto modo di vivere un’esperienza utile per conseguire buone pratiche e strumenti per la ricerca attiva del lavoro. Giunti ormai al quarto mese di stage, i NEET sono supportati da esperti e atleti testimonial del progetto “Allenarsi per il Futuro” in un percorso mirato a sottolineare l’importanza della salute e del benessere. Parallelamente, i giovani sono seguiti in un percorso motivazionale dedicato alla scoperta delle proprie passioni, dei sogni e degli obiettivi personali. Per tutta la durata del progetto, inoltre, i ragazzi sono sostenuti da un mentor aziendale col compito di visionare e guidare i partecipanti nel loro percorso formativo. 
Bosch, con una lunga tradizione di formazione, in questi ultimi anni ha intensificato le attività di orientamento ai percorsi professionali, sviluppo delle competenze e apprendimento dei giovani. Il Gruppo, per i propri valori e cultura aziendale, è riconosciuto nel campo dell’innovazione e dell’alta formazione erogata. In questo progetto ciò che fa la differenza è la capacità di creare il proprio valore aggiunto in termini di visione, motivazione, determinazione e capacità pratica. 
Il progetto è sostenuto da Aces Italia, Federazione delle capitali e delle città europee dello sport; Aperegina, start-up teramana che produce un integratore naturale a base di pappa reale per gli sportivi; Carten&Benson, agenzia di consulenza manageriale; Hyris Ltd, società che offre tecnologia per effettuare test genetici su campioni biologici; l’UniversitàIulm; Just Knock, start up che mette in contatto le idee degli studenti con le aziende; LabLaw Studio Legale Failla Rotondi & Partners;Learnlight, fornitore EdTech per Lingue & Soft Skills; Msp Italia, movimento sportivo italiano; Oerlikon società svizzera metallurgica; Performance strategies, azienda che organizza eventi di formazione per il Business; ProPosition, azienda di ricerca e selezione del personale; Radio Italia, Randstad e l’Università europea di Roma.  - (PRIMAPRESS)