Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Cuneo fiscale: incontro governo-sindacati con qualche spiraglio di buon dialogo

Cuneo fiscale: incontro governo-sindacati con qualche spiraglio di buon dialogo
(PRIMAPRESS) - ROMA - Semplificare il sistema tributario e ridurre il carico fiscale su famiglie, lavoratori e pensionati", per un fisco "più equo" e per "restituire sicurezza economica". Lo ha detto il premier Conte, incontrando i sindacati. "Nella legge di Bilancio abbiamo destinato 3 mld per il 2020, arrivano a 5 a partire dal 2021, allo scopo di ridurre il cuneo fiscale", spiega Conte.
Il taglio del cuneo fiscale interesserà circa 16 milioni di lavoratori. È quanto si apprende da fonti di governo mentre è in corso a Palazzo Chigi l'incontro con i sindacati per illustrare la proposta di riduzione delle tasse sul lavoro dipendente. 
Un taglio del cuneo fiscale che interesserà i redditi fino a 40 mila euro, arrivando a 100 euro al mese per chi guadagna fino a 28 mila euro, per poi scendere con un doppio sistema di decalage. Sarebbe questa l'ipotesi illustrata dal governo al tavolo con i sindacati in corso a Palazzo Chigi. Dopo i 28 mila euro e fino ai 35 mila, la riduzione delle tasse calerebbe gradualmente fino ad arrivare a 80 euro al mese; oltre i 35 mila euro scenderebbe ancora fino ad azzerarsi. Si starebbe ancora valutando oltre quale soglia trasformare il bonus fiscale in detrazione. I sindacati attraverso le voci dei rappresentanti Furlan e Landini, hanno parlato di un primo passo importante ma resta il nodo incapienti. - (PRIMAPRESS)