Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Nella morsa di pioggia, vento e neve l'Italia fa i conti con un territorio fragile

  • di RED-ROM
  • in Ultimora
Nella morsa di pioggia, vento e neve l'Italia fa i conti con un territorio fragile
(PRIMAPRESS) - ROMA - L’ondata di maltempo è diffusa su tutta Italia e mentre a Venezia oggi, oltre al picco dei 160 cm. previsto della marea è lo scirocco ad imperversare rendendo difficili anche gli spostamenti delle poche corse in battello assicurate, si amplia il fronte del meteo avverso che continua a tenere paralizzato l’Alto Adige per la chiusura della viabilità di alcune valli; ora, però, l’emergenza si è spostata anche in Toscana con l’Arno ingrossato. 
La vicesindaca del capoluogo fiorentino, Cristina Giachi ha disposto l'attivazione del Centro operativo della protezione civile del Comune: "Stiamo seguendo con la massima attenzione - ha detto - il transito della piena in concomitanza con gli apporti degli affluenti”.
Frane e alberi caduti sulle provinciali intorno a Firenze. La 72 "Vecchia pisana" è chiusa per frana al chilometro 1, nel Comune di Lastra a Signa.In crescita tutti i livelli idrometrici dei fiumi, in particolare dell'Ema, che ha superato il secondo livello di guardia. L'Arno è salito a oltre 4 m. superando il primo livello di allarme. Nella Capitale sono stati 200 gli interventi dei Vigili del fuoco nella notte, per allagamenti e alberi caduti a causa delle piogge incessanti e del forte vento che ancora investe la città. - (PRIMAPRESS)