Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

La mappa aggiornata dei contagi da coronavirus in Italia: 400 in 11 regioni

La mappa aggiornata dei contagi da coronavirus in Italia: 400 in 11 regioni
(PRIMAPRESS) - ROMA - La mappa aggiornata della distribuzione dei contagi da coronavirus, annunciata dal Commissario per le emergenze in Italia, Angelo Borrelli, sono 400 così distribuiti: 258 sono in Lombardia, 71 in Veneto, 47 in Emilia Romagna, 3 in Piemonte, 2 in Toscana, 1 in Trentino, 11 in Liguria, 3 in Sicilia, 1 nelle Marche e 3 nel Lazio. Il numero dei deceduti resta fermo a 12, sale a 3 quello delle persone guarite. Le persone ricoverate con sintomi sono 128, quelle in terapia intensiva 36 e quelle in isolamento domiciliare 221. Intanto si attendono anche gli esami di un altro caso a Taranto di cui ieri sera ha dato segnalazione il governatore della Puglia Michele Emiliano. 
Una situazione che il Ministero della Salute continua a ribadire assolutamente sotto controllo anche se qualche inquietudine è motivata dalle tendopoli che sono state predisposte nelle aree di alcuni ospedali pronte ad accogliere un eventuale peggioramento della situazione. 
Con il passare dei giorni, tuttavia, la sindrome da epidemia si sta ridimensionando anche per lo sforzo di comunicazione che il governo ha messo in atto grazie alla collaborazione dei media attraverso spot televisivi tranquillizzanti e le buone pratiche per una corretta igiene. L’Ordine Nazionale dei Giornalisti, ieri ha voluto far scendere in campo anche un divulgatore come Piero Angela per evitare che si alimenti la paura: “il 95% dei contagiati guarisce” ha commentato il giornalista e il presidente dell’OdG, Carlo Verna si è rivolto ai colleghi invitando certo a: “non tacere ma evitare allarmismi. E non devono dircelo altri poteri ma il nostro stesso codice di autodisciplina”. - (PRIMAPRESS)