Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Sea Watch: la Corte di Stasburgo dà ragione all’Italia ma intima l’assistenza ai minori

  • di RED-ROM
  • in Ultimora
Sea Watch: la Corte di Stasburgo dà ragione all’Italia ma intima l’assistenza ai minori
(PRIMAPRESS) - SIRACUSA - La Corte di Strasburgo che si è pronunciata sul caso Sea Watch, la nave della ONG con bandiera olandese con 47 migranti a bordo al largo della Sicilia, sembra aver dato ragione al ministro degli Interni, Matteo Salvini. L’organismo di Stasburgo per i diritti dell’uomo, infatti non ha accolto le richieste del comandante della nave che chiedeva lo sbarco dei migranti sull’isola italiana. La Corte ha però chiesto al governo italiano “di prendere tutte le misure necessarie al più presto, per fornire a tutti i richiedenti asilo adeguate cure mediche, cibo, acqua e forniture di base”. Ai 13 minori non accompagnati che sono presenti a bordo della Sea Watch, sempre la Corte ha intimato di fornire una adeguata assistenza legale. Salvini continua sulla sua linea rigida: “Sbarcheranno solo prendendo la via dell’Olanda” riferendosi alla nazionalità della nave umanitaria. Replica a distanza di del presidente francese Emmanuel Macron che dal vertice “Med 7” A Cipro esorta ad applicare i tre principi sostenuti dalla Francia: il rispetto del diritto internazionale, lo sbarco nel porto più vicino (dunque l’Italia) e la distribuzione dell’onere in Europa. Una dichiarazione che porterà a rinfocolare le polemiche che da tempo vedono protagoniste Italia e Francia. Una disponibilità al l’accoglienza dei 47 migranti è arrivata da Germania, Portogallo, Romania e Malta. - (PRIMAPRESS)