Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

La tassinara-detective di Nora Venturini torna ad occuparsi di un caso nei sobborghi di Roma

  • di RED-ROM
  • in Editoria
La tassinara-detective di Nora Venturini torna ad occuparsi di un caso nei sobborghi di Roma
(PRIMAPRESS) - MILANO - Debora Camilli, tassista di Siena 23, torna in libreria con Lupo mangia cane, il nuovo giallo Mondadori. Debora è il personaggio creato da Nora Vetturini che già al suo esordio con la serie aveva visto raccogliere i consensi dei critici e della stampa. Il segreto, probabilmente, è nel personaggio femminile tassista per necessità e detective per vocazione che cela lo stesso fascino di Julia Kendal il personaggio della criminologa del fumetto di Sergio Bonelli che viaggia a bordo di una Morgan. Come il personaggio di carta di Giancarlo Berardi, ma più come “una de noi altri” nel suo quotidiano, anche la Camilli continua a imbattersi in morti ammazzati. E cosa mai potrebbe fare, l’intraprendente e irrequieta tassinara romana, di fronte a un caso di omicidio? Fare retromarcia e scarrozzare il prossimo cliente dall’altra parte della città oppure ficcarci il naso e non darsi per vinta finché non viene a capo del mistero? Il giallo si muove tra i luoghi cult di una Roma popolare che scopre personaggi underground, terreno ideale per intrecciare le storie. E poi c’è anche quel tocco di passione che si consuma tra la Camilli ed il commissario…..  . Venturini riesce ad imprimere al suo personaggio quell’azione scenica propria del teatro da cui l’autrice proviene come regista firmando diversi lavori. Il suo esordio è stato con L’ora di punta (Mondadori 2017) che ha segnato anche la prima indagine di Debora Camilli. - (PRIMAPRESS)