Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

La Mediopolis di Michele Rak nel suo libro:"Esercizi con lo sguardo" tra copie e falsi identitari nella società moderna

  • di RED-ROM
  • in Editoria
La Mediopolis di Michele Rak nel suo libro:"Esercizi con lo sguardo" tra copie e falsi identitari nella società moderna
(PRIMAPRESS) - ROMA - Michele Rak, teorico e storico dei linguaggi d’arte e del mutamento culturale, (insegna Teoria e critica della letteratura presso l’Università di Siena), torna in libreria con “Esercizi con lo sguardo” che apre un acuto confronto culturale sull’epoca in cui viviamo, già dal sottotitolo della pubblicazione edita da Guida Editori: “xero, copia falso, clone carne digitale per l’estetica delle folle di mediopolis”.  Rak, uno dei più visionari analisti del mutamento culturale osserva gli eletti di alcune immagini e materie pop sulla formazione del gusto e sulla percezione del patrimonio identitario. Lo sguardo distratto, casuale, intermittente, voglioso, deviante che le folle lanciano sui corpi di carta, di bronzo, di marmo, di plastica nelle strade e piazze delle città investe e trasforma senza sosta il loro immaginario e le loro idee sull'arte. Con imprevedibili effetti sulla loro identità e sulla struttura del loro patrimonio. Oltre le architetture, i veicoli, i colori, i rumori, gli odori le folle vedono, cercano, fotografano i nuovi corpi e le loro materie: Veneri e cuochi di plastica, icone di ragazze senza tempo, scritture su muri e treni, cloni distorti di opere d'arte. Dopo Benjamin e MacLuhan, fermi per la forza dei tempi sulla soglia di internet, è il momento di una teoria del mutamento che la cultura mediale produce con la tecnologia, la rete, la rapidità del contatto iconico, oltre e contro qualsiasi lingua, confine e religione. È la forma di Mediopolis. - (PRIMAPRESS)