Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Il Gruppo Banca Sistema acquisisce il ramo d'azienda di "credito su pegno" di Intesa Sanpaolo

  • di Paolo Silvestrelli
  • in Economia
(PRIMAPRESS) - ROMA - Il Gruppo Banca Sistema ha perfezionato, in data odierna, l’acquisizione del ramo d’azienda credito su pegno dal Gruppo Intesa Sanpaolo che avrà efficacia dal 13 luglio 2020. In sostanza darà vita al primo operatore bancario nel credito su pegno in Italia presente con 12 filiali e impieghi totali per oltre 70 milioni di euro. Con l’acquisizione, il Gruppo Banca Sistema rafforza la sua presenza sul territorio nazionale compiendo un decisivo passo avanti per implementare su scala più ampia la propria strategia nel credito su pegno e, grazie alle credenziali di solidità, innovazione e crescita che da sempre la caratterizzano, prepararsi a cogliere ulteriori opportunità in questo segmento di business caratterizzato da bassa rischiosità perché garantito oltre il 90% da oro. Il Gruppo Banca Sistema opera dal 2017 nel mercato del credito su pegno, dal 2019 tramite la società dedicata e controllata ProntoPegno S.p.A. e una rete di sei filiali a Milano, Roma, Napoli, Rimini, Palermo e Pisa. Il ramo d’azienda credito su pegno acquisito dal Gruppo Intesa Sanpaolo ha impieghi per 57 milioni di euro attraverso una rete di sei filiali presenti a Torino, Napoli, Firenze, Mestre, Parma e Civitavecchia in cui operano 58 risorse. Gli impieghi, sostanzialmente stabili negli ultimi tre anni, hanno generato un margine di intermediazione annuo di circa 9 milioni di euro. L’acquisizione, il cui corrispettivo, incluso l’avviamento, risulta pari a 34 milioni di euro, è stata effettuata dalla controllata ProntoPegno, posseduta per il 75% da Banca Sistema e per il 25% dalle fondazioni bancarie Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione Pisa e Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria che hanno acquistato, in misure diverse tra loro, la suindicata quota del capitale sociale di ProntoPegno, che ha generato un utile netto per la Banca al 30 giugno 2020 pari a 1,1 milioni di euro. Successivamente, le citate fondazioni hanno sottoscritto pro-quota, insieme a Banca Sistema, l’aumento di capitale di ProntoPegno, funzionale all’acquisto del ramo, per complessivi 34 milioni di euro. - (PRIMAPRESS)