Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Turismo: in Giappone, l'epidemia da coronavirus ha già mandato in fumo oltre 1,3 mld di dollari con le Olimpiadi alle porte

Turismo: in Giappone, l'epidemia da coronavirus ha già mandato in fumo oltre 1,3 mld di dollari con le Olimpiadi alle porte
(PRIMAPRESS) - TOKIO - L’Organizzazione internazionale dell’aviazione civile ha stimato che le perdite del turismo giapponese, per effetto del coronavirus, nei primi tre mesi del 2020 (con le rinunce già monitorate di Marzo), si può valutare intorno a 1,3 mld di dollari. Ad incidere sono i mancati flussi di turisti cinesi che sul territorio nipponico rappresentano una fetta significativa del 30% dell’intero mercato del Sol Levante. Inoltre l’incoming dall’area asiatica contribuisce al 35% del totale del potere di spesa nel comparto turismo.
Le proiezioni prospettate dall’ICAO, purtroppo, rischiano di essere ancora al di sotto degli effetti che potrebbero evidenziarsi nei prossimi mesi se non ci fosse un contenimento drastico della diffusione del coronavirus. Tokyo, infatti, ospiterà i Giochi Olimpici dal 24 luglio prossimo sino al 9 agosto e già circolavano voci che le Olimpiadi potevano essere a rischio. Tant’è che il Ceo di Tokyo 2020, Yoshiro Mori, si è affrettato a respingere, nei giorni scorsi, le preoccupazioni avanzate in un incontro con i massimi funzionari del Comitato Olimpico Internazionale. "Per quanto riguarda il coronavirus circolano voci irresponsabili, ma vorrei chiarire che non stiamo pensando di posticipare o annullare i Giochi. Vorremmo coordinarci con il governo nazionale e agire in modo calmo". - (PRIMAPRESS)