Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Archeologia subacquea: riportato alla luce un rostro delle Guerre Puniche al largo di Levanzo

  • di RED-ROM
  • in Cultura
Archeologia subacquea: riportato alla luce un rostro delle Guerre Puniche al largo di Levanzo
(PRIMAPRESS) - LEVANZO (TRAPANI) - Dal mare delle Egadi in Sicilia continuano ad emergere reperti archeologici di quella epica Battaglia navale al largo delle isole del trapanese. Questa volte è un rostro di bella fattura che era montato sulla prua delle navi da guerra dell'impero romano per affondare le navi dei cartaginesi, durante la prima guerra punica. È tato individuato ad 80 metri di profondità e riportato alla luce dal nucleo Carabinieri subacquei di Messina (comando di Trapani): si tratta di un rostro in bronzo, perfettamente intatto dopo duemila anni, rinvenuto in una zona al vaglio degli archeologi della soprintendenza del mare: l'importanza del ritrovamento - dai fondali sono stati già recuperati altri 23 reperti, risalenti alle battaglie delle Egadi - perchè aggiunge un altro tassello per ricostruire gli scontri navali che portarono alla sconfitta di Cartagine. - (PRIMAPRESS)