Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Arte: a Villa Medici di Roma si apre la mostra Étincelles/Scintille curata da Saverio Verini

Kaouther Adimi
Kaouther Adimi
(PRIMAPRESS) - ROMA - A Villa Medici, sede dell'Académie De France a Roma si apre la mostra "Étincelles", Scintille, una rassegna che dal 15 giugno al 7 agosto 2022 riunisce 16 borsisti, tra artisti, curatori e ricercatori con la curatela di Saverio Verini, per rappresentare un punto d’incontro di arti plastiche, composizione musicale ma passando anche per la letteratura, l’architettura, il teatro, la storia e la teoria dell’arte. La mostra si presenta come la restituzione di 16 progetti che testimoniano un momento unico nel percorso dei borsisti: la residenza come laboratorio di sperimentazione. Che cosa può nascere dal rapporto e dall’incontro di diverse individualità e pratiche? Dallo spazio dello studio a quello espositivo, come si dà forma a un’idea, a una ricerca? Queste domande accompagnano un percorso di proposte poliedriche, scandite da un allestimento che offre uno spazio indipendente a ogni progetto, pur preservandone l’unità.
Il titolo, Étincelles / Scintille, suggerisce l’idea della creazione artistica, ma allude anche al conflitto ("fare scintille") o, al contrario, all'intesa ("la scintilla è scoccata"). Si tratta di una parola fortemente visiva, legata alla luce e al fuoco, capace di esprimere la vitalità dei progetti dei borsisti e di evocare l’inevitabile temporaneità di un anno di residenza che si sta per concludere, insieme al desiderio dei borsisti di restituire le ricerche condotte durante il soggiorno a Roma. Étincelles / Scintille si presenta come un percorso fatto di corrispondenze - alcune evidenti, altre più sottili - tra progetti che affrontano questioni ricorrenti: la tendenza all'accumulazione compulsiva, la reiterazione di gesti e segni, la riflessione su temi politici, la rappresentazione del corpo, la relazione tra paesaggio naturale e artificiale. Sono queste alcune delle costanti che affiorano nelle ricerche dei borsisti, che si presentano negli spazi di Villa Medici secondo un ritmo che vuole sottolineare possibili dialoghi e affinità tra i vari interventi.
Durante un'estate, le sale espositive di Villa Medici si trasformano in uno spazio di riflessione e sperimentazione che accoglie proposte libere nelle forme più diverse, siano esse espositive o performative, compiute o incompiute. Questi interventi ci portano nei luoghi - immaginari o fisici, a partire da Roma - che alimentano la creazione più contemporanea e si estendono oltre la mostra.
Étincelles / Scintille sarà accompagnata da un catalogo che riunisce i progetti dei borsisti dell’Accademia di Francia a Roma. La pubblicazione includerà inoltre una serie di pagine dedicate ai dialoghi e agli scambi tra i borsisti, lasciando spazio a incursioni, approfondimenti e libere associazioni su temi diversi che hanno segnato l’esperienza dei borsisti a Villa Medici. - (PRIMAPRESS)