Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Nasce la mappa ragionata dell'architetture del secondo Novecento. Accordo MiBact e Fondazione Scuola Beni

  • di RED-ROM
  • in Cultura
Nasce la mappa ragionata dell'architetture del secondo Novecento. Accordo MiBact e Fondazione Scuola Beni
(PRIMAPRESS) - ROMA - Nasce la mappa ragionata delle architetture del del secondo Novecento. La Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo e la Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali hanno firmato una convenzione per realizzare il progetto di ricerca “Strumenti e metodi per la conoscenza, la tutela e la valorizzazione dell’architettura contemporanea”, nell'ambito del più ampio accordo quadro stipulato a novembre 2019 tra il Segretariato Generale del MiBACT e la Fondazione. “Siamo molto soddisfatti della sinergia creatasi con la Fondazione scuola dei beni e delle attività culturali, con cui lavoreremo a un progetto ambizioso per la conoscenza e la tutela dell’architettura contemporanea, che è parte rilevante del patrimonio culturale del nostro Paese”, afferma l’architetto Margherita Guccione, Direttore Generale Creatività Contemporanea. “È anche un’opportunità di testare un nuovo modello di formazione innovativo e sperimentale”. Tra le prime tappe del progetto c'è l'attività di aggiornamento del Censimento nazionale delle architetture italiane del secondo Novecento. Il Censimento, fondamentale strumento di indagine, inventariazione e catalogazione, avviato nel 2002 e in continuo aggiornamento, è consultabile su una piattaforma dedicata promossa dalla DG Creatività Contemporanea. Il Censimento nazionale delle architetture italiane del secondo Novecento è una mappatura dell’architettura contemporanea su tutto il territorio nazionale, fondata su una metodologia di schedatura unificata e su criteri di selezione omogenei per tutto il territorio ed è realizzata con il coinvolgimento delle Università e delle strutture periferiche del Ministero. Per la promozione e la valorizzazione dei contenuti del Censimento nazionale delle architetture italiane del secondo Novecento, si è sviluppata la piattaforma Atlante Architettura Contemporanea, anch'essa pro-mossa dalla DG Creatività Contemporanea, con l’obiettivo di raccontare le trasformazioni urbane e territoriali dell’Italia del secondo Novecento, attraverso lo sguardo originale di fotografi di architettura.   - (PRIMAPRESS)