Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Paesaggio e patrimonio culturale nella lezione di Salvatore Settis alle Classi Aperte del Mibact

  • di RED-ROM
  • in Cultura
Paesaggio e patrimonio culturale nella lezione di Salvatore Settis alle Classi Aperte del Mibact
(PRIMAPRESS) - ROMA - Salvatore Settis, una delle voci più autorevoli nel panorama della cultura monumentale internazionale, sarà il protagonista del ciclo di appuntamenti Classi Aperte, promosso dalla Fondazione del Ministero del Beni Culturali con il Corso Scuola del Patrimonio. L’appuntamento che si terrà Martedì 14 maggio 2019, presso la Sala della Crociera del Mibact, è il  sesto rivolto ad operatori della promozione e conservazione di beni culturali che martedì prossimo sarà introdotto dal presidente della Fondazione, Marco Cammelli.
Il Ciclo Classi Aperte che ha visto finora la partecipazione di Michele Ainis, Silvia Costa, Francesco Bandarin, Massimo Osanna e Michele De Lucchi, sarà  l’occasione per affrontare tema di particolare rilevanza nel mutamento delle politiche di comunicazione del patrimonio culturale è della sua fruizione. Settis che, tra l’altro, ha diretto il Getty Research Institute di Los Angeles ed ora ricopre l’incarico di presidente del Consiglio scientifico del Louvre, parlerà dell'unione indissolubile del patrimonio culturale e del paesaggio, che deve trasformarsi in progetto attivo, sia eticamente sia politicamente. L'ambiente è senza dubbio il primo e più essenziale bene comune, e la sua tutela è condizione essenziale per la stessa esistenza di una democrazia moderna. La qualità del paesaggio e dell'ambiente non è un lusso, ma una necessità e il miglior investimento sul futuro. Il progetto della Costituzione sull'ambiente, sul paesaggio e sul patrimonio culturale è la promessa di una rivoluzione di cui Settis si fa portavoce privilegiato e autorevole. - (PRIMAPRESS)