Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Il Museo Maxxi compie 10 anni: l'arte contemporanea con lo sguardo sul futuro

  • di Paolo Silvestrelli
  • in Cultura
Il Museo Maxxi compie 10 anni: l'arte contemporanea con lo sguardo sul futuro
(PRIMAPRESS) - ROMA - Il Museo MAXXI festeggia, in questi giorni, i suoi primi 10 anni. L’architettura di cubi scomposti pensata dall’anglo-irachena Zaha Hadid rappresenta forse l’ultima delle opere realizzata  da una cultura di interventi di edilizia urbana nella capitale pensata come edificio-museo. L’identità del museo, sotto la presidenza di Giovanna Melandri, è un crocevia tra arte, scienza, tecnologia, filosofia e musica dove l’arte della fotografia interseca tutte le tematiche per cogliere gli aspetti di sintesi di una interdisciplinarità che si evolve per essere costantemente proiettata nel futuro. “Il Maxxi è uno sguardo sul XXI secolo - sostiene la Meandri - ma pronto a modellarsi continuamente nell’esplorazione di letture di artisti di ogni parte del mondo”.
Oltre alle collezioni permanenti di arte ed architettura, il museo ospiterà, sino al 13 aprile prossimo, un omaggio ad uno dei designer di maggior spicco nel panorama italiano con la mostra: “Gio Ponti. Amare l’Architettura”. L’abitare contemporaneo è invece esplorato nella mostra: “At Home” in cui si mettono in relazione le case che hanno caratterizzato la semantica dell’abitare nelle diverse forme espressive partendo dalla Villa di Curzio Malaparte sulle pendici di Capri alla Sugar Hill di David Adjaye e al bosco verticale di Boeri. - (PRIMAPRESS)