Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

A scuola di management dei Beni Culturali con le Classi Aperte della Fondazione del Mibact

  • di RED-ROM
  • in Cultura
A scuola di management dei Beni Culturali con le Classi Aperte della Fondazione del Mibact
(PRIMAPRESS) - ROMA - Una formazione finalizzata a costruire una comune cultura della responsabilità direttiva di chi opera nel settore del patrimonio culturale. È questo l’obiettivo delle Classi Aperte promosse nell’ambito del Corso Scuola del Patrimonio 2018-2020, organizzato dalla Fondazione Scuola dei Beni e delle Attività Culturali che si presenterà domani 19 ottobre presso la Sala delle Crociere al Ministero dei Beni Culturali ed Ambientali (MIBACT). Nel corso dell’iniziativa che verrà presentata dal direttore della fondazione, Carla Di Francesco e dal membro scientifico Carla Barbati, sarà il giurista e costituzionalista Michele Ainis a ricordare quanto espresso dall’Articolo 9 della Costituzione Italiana: “La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”. La Fondazione Scuola dei Beni e delle Attività Culturali ha messo a punto un programma del corso che prevede una decisa integrazione fra competenze tradizionali, competenze innovative legate ai mutamenti in atto nelle società contemporanee e negli specifici settori di riferimento, competenze trasversali come la gestione e amministrazione della tutela, della ricerca e della valorizzazione del patrimonio culturale. La Fondazione agisce nella convinzione che solo sul nucleo solido delle conoscenze tecnico-scientifiche, acquisito grazie alla formazione universitaria di livello avanzato (Scuola di Specializzazione o Dottorato di Ricerca), possano innestarsi sia saperi ulteriori provenienti da discipline e ambiti diversi, sia la trasmissione delle conoscenze maturate nel contesto concreto della ricerca, della tutela, dell'amministrazione, della gestione e della valorizzazione nel settore del patrimonio culturale. - (PRIMAPRESS)