Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Teatro: Il Giro di vite di Henry James al Ghione, la ghost story con Romina Mondello e Cristina Chinaglia

Teatro: Il Giro di vite di Henry James al Ghione, la ghost story con Romina Mondello e Cristina Chinaglia
(PRIMAPRESS) - ROMA - Tratto dal romanzo dello scrittore americano Henry James, “Giro di vite”, messo in scena da Giancarlo Marinelli al Teatro Ghione, ha appassionato il pubblico della “prima” con questa storia a metà tra un noir ed un thriller alla Agatha Christie ma dove non sono gli omicidi a scandire il tempo scenico ma una bugia, una narrazione artefatta per coprire umane debolezze fino a scomodare la presenza di fantasmi.  Lo spettacolo, si incentra su un particolare della contorta storia horror del romanziere statunitense, in cui i fantasmi della precedente istitutrice e del maggiordomo della grande casa nell’Essex appaiano soltanto alla giovane nuova insegnante che si trova a dover confrontarsi con presenze oscure. Anche allo spettatore accadrà qualcosa di simile, quello che vedrà non sarà condiviso dagli altri presenti in sala, lasciandolo profondamente confuso e indeciso, esattamente come la giovane protagonista del racconto di James. Romina Mondello, nel doppio ruolo della giovane istitutrice e della precedente, è superlativa. La sua interpretazione intensa ed espressiva raggiunge il culmine nella figura spettrale della precedente istitutrice. Al suo fianco la presenza scenica di Fabio Sartor, Giulia Pelliciari e Cristina Chinaglia immersi con abilità nei panni dei loro personaggi. Nonostante le difficoltà  per adattare una ghost story al linguaggio teatrale, l’apparente complessità della storia si scioglie piano piano verso il finale con la comprensione di ogni passaggio. Un copione difficile anche per i due giovanissimi attori adolescenti ma apparsi completamente a proprio agio sul palco.   “Giro di vite” sarà in cartellone al Ghione sino al prossimo 9 dicembre e sarà interessante cogliere lo spirito di questo adattamento teatrale che ha già altri precedenti sul grande schermo tra cui “The Others”, il film del 2001 diretto da Alejandro Amenábar, che ha come protagonista Nicole Kidman. Il finale nella scrittura di Marinelli sottolinea il grande tema che è stato una costante della letteratura di James: il confine tra coscienza e moralità nelle azioni della nostra vita. - (PRIMAPRESS)