Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

I Golden Globe premiano Glenn Close per "The Wife". A Lady Gaga l'award per la migliore canzone

I Golden Globe premiano Glenn Close per "The Wife". A Lady Gaga l'award per la migliore canzone
(PRIMAPRESS) - BEVERLY HILLS (CALIFORNIA) - “A star is born", il film candidato a 5 premi nella serata dei Golden Globe Award, ha disatteso i pronostici della vigilia. Al film con i protagonisti Bradley Cooper e Lady Gaga è andato solo un riconoscimento alla signora del Pop internazionale come migliore canzone. La migliore attrice drammatica è stata Glenn Close, per The Wife. Anche Vice, che aveva dalla sua 6 nomination, vince poco: migliore attore protagonista Christian Bale nei panni di Dick Cheney 
Bohemian Rhapsody, Green Book e Roma sbancano i Golden Globes 2019. Il biopic sui Queen, la commedia on the road a sfondo antirazzista, e il racconto al femminile di un Messico in bianco e nero vincono i premi pesanti assegnati dalla Hollywood Foreign Press. Miglior film drammatico risulta così Bohemian Rhapsody, exploit al box office mondiale, ma assai snobbato dai critici, che si porta a casa anche il Globes per la miglior interpretazione maschile in un film drammatico. Rami Malek con il suo mimetico Freddie Mercury ha battuto Bradley Cooper e William Dafoe. “Grazie a Freddie per avermi dato la gioia di una vita. Ti amo, uomo bellissimo”, ha detto Malek emozionato ricevendo il premio. Green Book – in Italia in sala a fine gennaio – è il miglior film commedia/musical, miglior sceneggiatura (Brian Hayes Currie, Nick Vallelonga e Peter Farrelly) e soprattutto fa portare a casa a Mahershala Ali il Globes come miglior attore non protagonista in un film. - (PRIMAPRESS)