Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

75a Mostra del Cinema di Venezia: si preannuncia un’edizione storica

75a Mostra del Cinema di Venezia: si preannuncia un’edizione storica
(PRIMAPRESS) - VENEZIA - Sono 21 i lungometraggi in concorso sui 75 presenti alla 75a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, che si svolgerà dal 29 agosto all'8 settembre e si aprirà con l’anteprima de “Il Primo Uomo”, pellicola diretta da Damien Chazelle (il regista di La La Land, premiato con 6 Oscar) con Ryan Gosling nelle vesti di Neil Armostrong, sulla cui figura si concentra il racconto della pellicola negli anni dal 1961 al 1969 che precedettero l’allunaggio. Tra i titoli in concorso ci sono Suspiria di Luca Guadagnino, Capri-revolution di Mario Martone, What you gonna do when the world is on fire  di Roberto Minervini, Roma di Alfonso Cuaròn, e il western dei Fratelli Coen  The Ballad of Buster Scruggs. Il programma è stato annunciato dal direttore della manifestazione, Alberto Barbera, il quale ha dato l’anticipazione dell’assegnazione di due Leoni d'Oro alla Carriera, uno al regista visionario David Cronenberg e l'altro all’attrice Vanessa Redgrave, che tornerà in laguna un anno dopo le riprese del film “The Aspern Papers”. La curiosità di questa edizione è nella durata dei film, mediamente più lunga del solito. In corsa per il Leone d’Oro titoli molto attesi, come Suspiria di Luca Guadagnino, remake del capolavoro di Dario Argento, e Capri-Revolution di Mario Martone, ambientato nella Capri del 1914. Outsider il terzo film italiano in concorso, l’opera di Roberto Minervini dal titolo “What you gonna do when the world is on fire”, che racconta i conflitti razziali dei nostri giorni in cui è coinvolta una comunità di afro-americani del Sud degli Stati Uniti. Veri antagonisti il western “The ballad of Buster Scruggs” diretto dai fratelli Coen, “Roma” di Alfonso Cuaròn, il controverso “22 July” di Paul Greengrass sulla figura del terrorista norvegese Anders Breivik, e “Il segreto di Vera Drake” che segna il ritorno di Mike Leigh, vincitore del Leone nel 2003. Grande attenzione e curiosità per “A Star is born”, che segna il debutto nella regia del quattro volte candidato al premio Oscar® Bradley Cooper. Tra le altre proposte della Mostra da segnalare l’ultimo film girato da Orson Welles, "The Other Side of the Wind', il cui montaggio è stato completato basandosi su quanto il regista aveva appuntato. Nella sezione Orizzonti, spicca il film di Alessio Cremonini 'Sulla mia pelle', dedicato alle ultime ore di Stefano Cucchi, con Alessandro Borghi e Jasmine Trinca. Da non perdere alcuni autentici capolavori restaurati: La notte di San Lorenzo (1982) di Paolo e Vittorio Taviani, e Il posto (1961) di Ermanno Olmi. Le serate di apertura e chiusura del Festival saranno condotte da Michele Riondino - (PRIMAPRESS)