Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Roberto Giordano e Federica Aiello al Teatro Mario Scarpetta di Ponticelli con Totò che padre

(PRIMAPRESS) - NAPOLI - Continua la stagione artistica del Teatro Mario Scarpetta di Ponticelli con gli attori Federica Aiello e Roberto Giordano protagonisti dello spettacolo “Totò che padre” -Omaggio all'uomo, all'artista e al poeta Totò. In scena domenica 16 febbraio alle ore 21 nello spazio di Strada Provinciale Madonnelle, 121 a Ponticelli, il lavoro adattato e diretto dallo stesso Roberto Giordano, intende proporre al pubblico un omaggio all’uomo, all’artista e al poeta Totò. Un viaggio nella vita del Principe Antonio De Curtis attraverso alcuni aneddoti tratti dai ricordi della figlia Liliana: un contributo artistico alla memoria di uno degli interpreti migliori e più significativi della nostra storia.  Antonio Ghirelli, uomo di cultura, napoletano, scriveva: “Totò non è 'solo' un attore immenso, ma è anche la figura forse più conosciuta e, per certi versi, insostituibile dell’Italia contemporanea e, con ogni probabilità, vivrà finché sarà viva la tradizione culturale e sociale che l’ha generata”. Lo spettacolo a lui dedicato, si propone di onorare, con una rivisitazione storica, sotto forma di spettacolo teatrale, la vita e la carriera di un artista unico, che ha fatto ridere generazioni di italiani, prima in teatro, poi al cinema ed infine in televisione.  Due attori in scena, marito e moglie, che tra piccoli battibecchi, rappresentano uno spaccato del nostro amatissimo comico: i primi debutti, le prime macchiette, il rapporto con le donne, la morbosa gelosia, le canzoni inedite.  Il racconto, di parte della sua vita, visto con gli occhi della figlia Liliana: “(…) gli unici, credo, che abbiano saputo guardare oltre il sipario che nascondeva la sua anima”. - (PRIMAPRESS)