Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Trussardi cede la maggioranza (70%) al fondo QuattroR Sgr con la creazione di una newco

  • di REDROM
  • in Aziende
Trussardi cede la maggioranza (70%) al fondo QuattroR Sgr con la creazione di una newco
(PRIMAPRESS) - MILANO - Un’altro brand del lusso passa di mano. Questa volta è il marchio Trussardi che dopo una lunga trattativa ha passato la maggioranza delle quote societarie al fondo QuattroR Sgr, società di gestione del risparmio indipendente.
Dopo la firma dell’operazione si attendeva l’ok degli istituti bancari finanziatori della società, che in questa fase hanno confermato il loro supporto al riassetto societario e finanziario di gruppo.
L’operazione, si legge in una nota congiunta, è stata effettuata attraverso la creazione di una newco, partecipata al 70% da QuattroR e da Tomaso Trussardi al 30%, che controlla l’86% della holding Finos, azionista unico di Trussardi S.p.A. Il rafforzamento della struttura patrimoniale e finanziaria del gruppo avviene tramite un aumento di capitale pari a circa 50 milioni di euro.
L’ingresso di QuattroR, prosegue il comunicato, “fornirà a Trussardi il sostegno economico e finanziario per implementare il nuovo piano quinquennale di sviluppo internazionale insieme a Tomaso Trussardi, che assumerà il ruolo di presidente del Cda”.
Il nuovo corso delle attività di gruppo sarà improntato al rafforzamento del posizionamento e alla visibilità del brand, facendo leva anche sulle brand extension; in modo particolare, su quella nel settore dei profumi in partnership con il Gruppo Angelini.
Con un fatturato di circa 150 milioni nel 2018, Trussardi oggi è presente in 47 Paesi con le sue linee Trussardi, Trussardi Jeans e licenze attraverso una rete unica e selezionata di oltre 160 negozi monomarca in Italia, Europa e Asia, oltre a più di 1.800 punti vendita multimarca, corner e department store.
Tomaso Trussardi ha così commentato:“Sono molto soddisfatto che, a seguito del riassetto dell’azionariato all’interno della mia famiglia, abbiamo oggi concluso con QuattroR un accordo relativo al rilancio e al rafforzamento patrimoniale del marchio di famiglia. Credo che si siano così create le premesse migliori per portare avanti un progetto sviluppato da mio padre Nicola”.
Andrea Morante, presidente QuattroR Sgr, ha aggiunto: “Le nostre dotazioni di capitale vengono messe al servizio di un progetto molto sfidante all’interno di un settore industriale di forte rilevanza economica per il Paese”.
Dall’inizio della propria attività nel 2017, per QuattroR, fondata con l’obiettivo di promuovere il rilancio e lo sviluppo di imprese italiane di medio-grandi dimensioni in temporanea crisi finanziaria, si tratta della terza operazione dopo Fagioli (società di engineering attiva nei trasporti e movimentazioni speciali) e Gruppo Ceramiche Ricchetti, e della prima nel comparto fashion. - (PRIMAPRESS)