Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Industria italiana autobus: passi in avanti nella vertenza, ossigeno per i lavoratori

Industria italiana autobus: passi in avanti nella vertenza, ossigeno per i lavoratori
(PRIMAPRESS) - ROMA - Si apre uno spiraglio per la vertenza dell’Industria italiana autobus, ex Irisbus e Breda Menarinibus al tavolo convocato oggi al Mise, presente l’azienda ed i sindacati. L’azienda attraverso l’interessamento e le risorse di Invitalia, si impegna sugli stipendi pregressi e in corso, entro qualche giorno dalla chiusura positiva dell'assemblea dei soci odierna. Dopo un approfondito confronto il Ministero ha comunicato l’ingresso di un nuovo socio che si aggiungerà agli attuali, la cui identità non è stata ancora resa nota, impegnandosi a farlo quanto prima. Inoltre c'è la garanzia per i prossimi due mesi per consentire tutti gli approfondimenti necessari all'ingresso del nuovo socio e di Invitalia nel capitale sociale per rilanciare le attività. Confermate dunque le tempistiche su stipendi e utenze più contributi, l'assemblea dei soci di Industria Italiana Autobus si è aggiornata a trenta giorni. Secondo gli accordi i sindacati verranno aggiornati a pochi giorni dall'assemblea per conoscere l'avanzamento dei lavori su new diligence e altro con Invitalia. Soddisfatto con cautela il sindacato: « Questa giornata di lavoro – afferma Antonio Accurso, segretario generale Uilm Campania - è stata utile a sbloccare la situazione contingente degli stipendi e delle incombenze impellenti per rimettere in moto l'azienda». «Invitalia e il governo – aggiunge Accurso - hanno garantito il supporto sia nell'immediato che sul progetto di ricapitalizzazione necessario all'ingresso di un nuovo socio e alla ripresa dello sviluppo industriale. Vigileremo nei prossimi giorni affinché nella riunione che si terrà tra 30 giorni non vengano azzerati i passi in avanti compiuti in queste ore come successo più volte in questa vertenza». - (PRIMAPRESS)