Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

AXA ART dedica un manuale ai prestatori d'opera d'arte per le grandi mostre nel mondo

AXA ART dedica un manuale ai prestatori d'opera d'arte per le grandi mostre nel mondo
(PRIMAPRESS) - ROMA - L’offerta espositiva di mostre e rassegne d’arte passa sempre di più attraverso i prestiti di opere da parte di collezionisti che contribuiscono con il loro patrimonio a vivacizzare i contenuti di appartenenza museale. Il prossimo 21 novembre verrà presentata a Roma presso la Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea "IN & OUT Guida pratica al prestito di opere d’arte", un progetto nato dalla collaborazione di AXA ART, LCA Studio Legale e Apice.
Anche se il fenomeno delle esposizioni temporanee ed il conseguente numero di prestiti è in aumento, c’è , tuttavia, una innegabile preoccupazione da parte dei prestatori circa i rischi ai quali l’opera d’arte può essere soggetta durante le diverse fasi del prestito. Axa Art, il ramo del gruppo assicurativo francese diffuso nel mondo, ha coordinato una pubblicazione che ha l’obiettivo di informare i collezionisti sulle regole per  le procedure da seguire per un prestito senza problemi. Il manuale operativo si chiama "IN & OUT", e affronta tutte le necessarie attenzioni che dovranno essere riservate alle opere d’arte.
"L’obiettivo di questo pamphlet - commenta Italo Carli, direttore Generale di AXA ART - è proprio quello di fornire un valido supporto per gestire tutte le problematiche che riguardano i prestiti: dal rispetto delle disposizioni legislative alla documentazione necessaria, dagli standard di sicurezza per il trasporto e per gli spazi espositivi alla verifica dell’allestimento, nonché all’attivazione di un’adeguata copertura assicurativa".
Le figure chiave che contribuiscono al successo del progetto espositivo finale sono l’organizzatore, il Registrar, l’accompagnatore o Curier, il trasportatore, l’allestitore, l’assicuratore, il restauratore e l’Exhibition Manager. Ciascuna di queste figure ha illustrato, in capitoli dedicati, le linee guida applicabili in relazione alla specifica area di competenza.
"I prestatori, infatti - continua Fabiano Panzironi, General Manager di Apice Milano che si occupa delle fasi del trasporto di un’opera d’arte — possono essere pubblici, come musei, oppure privati, come collezionisti o corporate art collection. Questa distinzione solitamente implica approcci procedurali diversi alla gestione del prestito e, laddove le Istituzioni pubbliche solitamente si avvalgono di apposite figure professionali dedicate, i privati non sempre sono adeguatamente informati e preparati a gestire le varie attività legate alla movimentazione del bene".
Tra i contenuti del testo vi sono anche approfondimenti curati da LCA Studio Legale, specializzato in Fine Art. "Ci è sembrato indispensabile offrire un contributo di natura legale e fiscale su aspetti cruciali del prestito. Riscontriamo, infatti, di frequente, l’esigenza di fornire un supporto per tutti i soggetti che intervengono nelle diverse fasi del prestito, spesso carenti delle necessarie informazioni" commenta l’avvocato Maria Grazia Longoni Palmigiano, partner di LCA. - (PRIMAPRESS)