Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Apre il Salone del Libro di Torino con il "cartellino rosso" per Altoforno e il ritorno di Zerocalcare

Apre il Salone del Libro di Torino con il "cartellino rosso" per Altoforno e il ritorno di Zerocalcare
(PRIMAPRESS) - TORINO - “I nazisti stanno a casa e quindi ci vediamo al salone di Torino”, si riassume con il twitter di Zerocalcare l’evoluzione della tempesta suscitata dalla presenza dell’Editore Altaforte ed esponente di Casapound alla rassegna piemontese dedicata ai libri. Rescisso il contratto della partecipazione della casa editrice legata ad estremisti di destra anche per l’inchiesta aperta dalla magistratura per apologia del fascismo, accusa arrivata per alcuni testi pubblicati dall’editore che riporterebbero al negazionismo delle azioni naziste. Al netto di tutte le polemiche le porte del salone si aprono oggi (fino al 13 maggio prossimo) per offrire uno scenario sulle novità letterarie. E tra la lezione inaugurale di Fernando Savater, Alberto Maritati e George Calinescu, entra tra i padiglioni anche la cultura del ricordo, quella per non dimenticare le ferite della violenza e dei diritti violati come il caso Regeni che vedranno Paola e Claudio inaugurare il Bookstock Village. - (PRIMAPRESS)