Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” e di Google Analytics. Clicca sul bottone "Accetto" o continua la navigazione per accettare. Maggiori informazioni
Skin ADV

Crescono i Comuni ciclabili di Fiab a centro-nord ed entrano nella guida 2020

  • di RED-ROM
  • in Ambiente
Crescono i Comuni ciclabili di Fiab a centro-nord ed entrano nella guida 2020
(PRIMAPRESS) - TORINO - Comuni ciclabili crescono sotto il segno della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta ( FIAB). Ad entrare a far parte della Guida Comuni Ciclabili 2020, sono Firenze, Arezzo, Desio (MB), Vasto (CH), Merano (BZ), Mira (VE), Valdagno (VI), Santarcangelo (RN), San Salvo (CH) e ) e Breda di Piave (TV).
La cerimonia di consegna degli attestati e della bandiera gialla della ciclabilità italiana - divenuta ormai simbolo dei ComuniCiclabili - ai 10 nuovi membri e ai 30 comuni che hanno già perfezionato il loro rinnovo a questa terza edizione, si è svolta oggi martedì 12 novembre alle ore 14:00 a Torino, presso Centrale Nuvola Lavazza di Torino.
“Il grande successo di ComuniCiclabili è strettamente legato alla crescente attenzione delle amministrazioni locali alle tematiche della mobilità ciclistica, con un concreto cambio di prospettiva, in molti territori, a favore di politiche bike-friendly, che rispecchiano una più ampia attenzione alle persone e all'ambiente" - commenta Alessandro Tursi, presidente di FIAB, che è anche l'ideatore del progetto. "L'iniziativa si propone di valutare, attraverso criteri oggettivi e misurabili, il livello di ciclabilità di una città e del suo territorio e, parallelamente, di accompagnare e stimolare le singole amministrazioni verso un progressivo miglioramento, per rendere i propri comuni più vivibili per i residenti e più accoglienti per i turisti" aggiunge Valeria Lorenzelli, co-ideatrice del progetto ComuniCiclabili e membro del Consiglio di Presidenza FIAB. 
La valutazione avviene, infatti, sulla base di decine di parametri in 4 aree: infrastrutture urbane, cicloturismo, governance e comunicazione & promozione. Il punteggio attribuito a ogni comune va da 1 (il minimo) a 5 (il massimo) bike-smile e viene indicato sulla bandiera gialla. 
I comuni italiani che hanno già messo in atto azioni per la mobilità in bicicletta e che intendano aderire alla rete ComuniCiclabili hanno ancora tempo fino al 31gennaio 2020 per candidarsi e ricevere il riconoscimento il prossimo mese di aprile.
Una novità importante caratterizza questa terza edizione dell'iniziativa: la validità dell'iscrizione a ComuniCiclabili diventa triennale purché, a seguito delle verifiche annuali, il comune mantenga i requisiti minimi, con la possibilità e l'auspicio di vedere sempre più territori che si migliorano e incrementano il loro punteggio sulla bandiera. - (PRIMAPRESS)